Sabato, 15 Maggio 2021
Cronaca Via Santa Maria Ausiliatrice

Sequestro di pesce e frutti di mare in città: multa salata per tre abusivi

Cinquanta chilogrammi di pesce e altrettanti di frutti di mare sono stati sequestrati dalla polizia municipale di Brindisi e dalla Capitaneria di porto nel corso di un’operazione congiunta contro l’abusivismo che si è svolta per le vie cittadine. Tre persone che si erano piazzate con delle bancarelle in viale Arno, via Santa Maria Ausiliatrice (nei pressi dell’ex mercato ortofrutticolo) e via Cappuccini

BRINDISI – Cinquanta chilogrammi di pesce e altrettanti di frutti di mare sono stati sequestrati dalla polizia municipale di Brindisi e dalla Capitaneria di porto nel corso di un’operazione congiunta contro l’abusivismo che si è svolta per le vie cittadine. Tre persone che si erano piazzate con delle bancarelle in viale Arno, via Santa Maria Ausiliatrice (nei pressi dell’ex mercato ortofrutticolo) e via Cappuccini sono state sanzionate con multe da 2mila euro.

Da quanto appurato dai vigili urbani, la merce era stata messa in vendita in violazione del decreto legislativo n. 4/2012 che disciplina “l’attività della pesca sportiva e vite la detenzione del pescato per finalità diversa dal consumo personale”. 

Dopo il sequestro e la contestuale confisca, il  pesce, in buono stato di conservazione e dichiarato commestibile per il consumo umano , è stato devoluto in beneficienza all’istituto Caritas di Brindisi, mentre i mitili, non essendo chiara la zona di provenienza, sono stati reimmessi in mare aperto da un mezzo navale della Capitaneria di porto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestro di pesce e frutti di mare in città: multa salata per tre abusivi

BrindisiReport è in caricamento