Sequestro di pesce spada a Savelletri

FASANO – Il polo più importante dell’attività di pesca e commercializzazione dei prodotti itti del Brindisino, Fasano – Savelletri, è stato passato al setaccio ieri dal personale della Capitaneria di Porto di Brindisi e della stessa delegazione di spiaggia di Savelletri, impegnati nella verifica del rispetto delle norme igienico-sanitarie sulla vendita del pescato.

Controlli della Guardia costiera

FASANO – Il polo più importante dell’attività di pesca e commercializzazione dei prodotti itti del Brindisino, Fasano – Savelletri, è stato passato al setaccio ieri dal personale della Capitaneria di Porto di Brindisi e della stessa delegazione di spiaggia di Savelletri, impegnati nella verifica del rispetto delle norme igienico-sanitarie sulla vendita del pescato.

Numerose pescherie e magazzini di distribuzione sono stati controllati, e in un caso l’attività ispettiva si è conclusa con il sequestro di 270 chili di pesce spada del quale il titolare dell’esercizio commerciale non è stato in grado di dimostrare la provenienza.

La tracciabilità dei prodotti ittici, come è noto, è un obbligo di legge. Il titolare dell’azienda ha ricevuto una pesante ammenda. Questa attività, disposta dal capitano di vascello Giuseppe Minotauro, comandante della Capitaneria di Brindisi, è stata coordinata dal comandante in seconda capitano di fregata Paolo De Sanctis.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel week-end, invece, la delegazione di spiaggia di Savelletri al comando del maresciallo Roberto Cisternino, ha effettuato servizi contro la pesca di frodo. Il personale è giunto al sequestro di una rete da posta di 300 metri e di due autorespiratori ad aria ed altre attrezzature da sub. Sono state comminate ammende comprese tra i 1000 ed i 4000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Brindisi: i carabinieri scoprono undici furbetti del reddito di cittadinanza

  • Notte movimentata: rissa tra giovani e spari contro un'auto

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

Torna su
BrindisiReport è in caricamento