Cronaca

C'è il fermo biologico, ma a Forcatelle i ricci c'erano: sequestro

In pieno fermo biologico per la pesca dei ricci di mare, in vigore dell’1maggio al 30 giugno di ogni anno, uno dei locali che operano nella famosa zona di Forcatelle sulla litoranea Torre Canne-Savelletri è aveva a disposizione 200 esemplari

FASANO – In pieno fermo biologico per la pesca dei ricci di mare, in vigore dell’1maggio al 30 giugno di ogni anno, uno dei locali che operano nella famosa zona di Forcatelle sulla litoranea Torre Canne-Savelletri è aveva a disposizione 200 esemplari, peraltro privi di ogni elemento di tracciabilità e quindi considerabili di dubbia provenienza.

La partita di ricci è stata individuata e sottoposta a sequestro dal personale dell’Ufficio locale marittimo di Savelletri della Capitaneria di Brindisi, al comando del maresciallo Francesco Cristella. I ricci sono stati reimmessi in mare, visto che erano ancora vivi, mentre il titolare del locale ha ricevuto una sanzione di 4.500 euro per la violazione del decreto ministeriale del 1995 emesso a tutela della specie.

Intanto, venerdì prossimo 16 giugno alle 11 in Capitaneria a Brindisi il comandante capitando di vascello Salvatore Minervino presenterà ai giornalisti, perché ne divulghino i contenuti, l’Operazione Mare Sicuro 2017.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è il fermo biologico, ma a Forcatelle i ricci c'erano: sequestro

BrindisiReport è in caricamento