menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prodotti petroliferi di contrabbando: ennesimo sequestro nel porto

Oltre 47 tonnellate di merce arrivata a bordo di due articolati provenienti dalla Grecia intercettata dalla guardia di finanza e dall'Agenzia delle dogane a Brindisi

BRINDISI – Proseguono i sequestri di carichi arrivati illegalmente nel porto di Brindisi. I militari della compagnia di Brindisi della guardia di finanza, insieme ai funzionari dell’Agenzia delle dogane, hanno intercettato oltre 47 tonnellate di prodotti petroliferi di contrabbando che si trovavano a bordo di due articolati sbarcati dalla nave Euroferry Olimpia, salpata dalla Grecia. 

In particolare, a seguito di una specifica analisi di rischio e dal riscontro dei documenti che accompagnavano il carico, è emerso che la merce trasportata aveva evaso l’accertamento ed il successivo pagamento dell’imposta sulla fabbricazione e vendita di prodotti petroliferi, meglio nota con il nome di accisa.

a1ab23d0-35a0-40c6-962c-a387396de5db-2

Complessivamente sono stati apposti i sigilli a quasi 57mila litri di prodotto petrolifero, per violazione del Testo unico delle disposizioni legislative concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi (D.Lgs. 26 ottobre 1995, n. 504). Il valore commerciale del prodotto ammonta, complessivamente, ad oltre 85.000 euro, con un’evasione di oltre 35.000 euro di accise e quasi 16.000,00 euro di Iva.

8f3fe0ee-464c-4769-a3e4-770e8f6f506d-2

Oltre al prodotto di contrabbando, sono stati sottoposti a sequestro i due mezzi utilizzati per il trasporto, entrambi costituiti da rimorchio e motrice, mentre gli autisti, di nazionalità greca, il 63enne T.V.D. e il 41enne P.F.D., sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Brindisi. 

“In tale contesto – si legge in una nota del comando provinciale delle Fiamme gialle - continua senza sosta l’azione di tutela dell’ordine economico-finanziario del territorio, sia in ambito nazionale che comunitario, a tutela dell’erario e, soprattutto, a tutela dei cittadini consumatori e degli operatori commerciali onesti che operano nel settore dei prodotti energetici”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento