Cronaca

Traversine ferroviarie nel porticciolo di Villanova: scatta il sequestro

Si trovavano in un'area demaniale data in consessione. Sopralluogo della Capitaneria di porto, della Polizia Locale e dell'Arpa

OSTUNI – Otto traversine ferroviarie in calcestruzzo sono state rinvenute in un’area demaniale in concessione nel porticciolo di Villanova, maina di Ostuni. La scoperta è stata fatta la mattina del 3 giugno dalla locale delegazione di Spiaggia della Capitaneria di porto di Brindisi, congiuntamente alla Polizia Locale di Ostuni e al tecnico dell’Arpa Puglia, dipartimento di Brindisi. Le traversine, considerate rifiuti speciali non pericolosi, era dotate di supporti in metallo arrugginito. Queste, in uso delle Ferrovie dello Stato, sono state poste sotto sequestro per la violazione dell’art. 192 commi 1 e 2 del D.Lgs. n.152/2006 del Tua sanzionato ai sensi dell’art.256 comma 2 dello stesso decreto nonché per la violazione dell’art. 648 del C.P

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traversine ferroviarie nel porticciolo di Villanova: scatta il sequestro

BrindisiReport è in caricamento