Cronaca

Serra di marijuana in casa e allaccio abusivo all'Enel: arrestato un brindisino

In manette il 48enne Saverio Brandi. I carabinieri hanno trovato nella sua villetta di campagna 27 piantine di marijuana alte circa un metro l'una

BRINDISI - Gli hanno fatto visita per un furto di energia elettrica. Ma oltre all’allaccio abusivo, i carabinieri della compagnia di Brindisi al comando del capitano Luca Morrone hanno trovato anche una serra artigianale per la coltivazione della marijuana in casa del brindisino Saverio Brandi, 48 anni.

L’uomo risiede nelle campagne fra Brindisi e San Vito dei Normanni. I militari del Norm diretti dal tenente Luca Colombari hanno bussato stamani (22 marzo) alla sua porta. Nel corso della perquisizione, i carabinieri hanno scoperto una stanza attrezzata di tutto punto per far crescere rigogliose 27 piantine di marijuana alte circa un metro l’una.Nello stesso locale inoltre sono stati trovati 500 grammi della stessa sostanza stupefacente, posta in due contenitori di vetro.

E poi è stato anche trovato un allaccio abusivo alla rete elettrica mediante il quale Brandi avrebbe sottratto illecitamente 135mila chilowat all’Enel, per un importo complessivo pari a circa 24mila euro. L’uomo, al termine della formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e di furto di energia elettrica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serra di marijuana in casa e allaccio abusivo all'Enel: arrestato un brindisino

BrindisiReport è in caricamento