rotate-mobile
Cronaca

Servizi antirapina in città, rinvenute munizioni nel corso di perquisizione

BRINDISI - Un piccolo deposito di munizioni per pistola semiautomatica è stato individuato dalla Sezione volanti della questura di Brindisi nel corso di servizi di prevenzione antirapina, condotti nel capoluogo e negli immediati dintorni la notte scorsa, con l'impiego di cinque pattugli tra volanti e "nibbio". L'operazione di servizio prevedeva perquisizioni alla ricerca di armi nelle abitazioni di numerosi giovani sospettati di appartenere a bande dedite agli assalti a distributori di carburante e negozi.

BRINDISI - Un piccolo deposito di munizioni per pistola semiautomatica è stato individuato dalla Sezione volanti della questura di Brindisi nel corso di servizi di prevenzione antirapina, condotti nel capoluogo e negli immediati dintorni la notte scorsa, con l'impiego di cinque pattugli tra volanti e "nibbio". L'operazione di servizio prevedeva perquisizioni alla ricerca di armi nelle abitazioni di numerosi giovani sospettati di appartenere a bande dedite agli assalti a distributori di carburante e negozi.

La scoperta delle cartucce è avvenuta in un casolare abbandonato di contrada Muscia, a ridosso del quartiere S.Elia. Si tratta di munizionamento calibro 9 e calibro 7,65. Il luogo, ritiene la polizia, è uno dei nascondigli dove i rabinatori disperdono armi, munzionamento, passamontagna, attrezzi da scasso, in maniera tale da evitare di perdere tutta "l'attrezzatura" nel caso della scoperta di un covo.

Il dato inquietante è che una parte delle munizioni sequestrate è di tipo parabellum, cioè destinate ad uso bellico o riservate alle forze dell'ordine, e potrebbe far parte anche del corredo di un'arma automatica, e non solo semiautomatica. La polizia cercherà di scovarla.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi antirapina in città, rinvenute munizioni nel corso di perquisizione

BrindisiReport è in caricamento