menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Brindisini al parco del Cillarese

Brindisini al parco del Cillarese

Zoosafari e Cillarese presi d'assalto, scempio sulla litoranea di Brindisi

Scorre all'insegna dei pic nic, della passeggiate in riva al mare e degli eventi musicali organizzati presso parchi pubblici e stabilimenti balneari la giornata del Primo Maggio in provincia di Brindisi. Località più gettonata lo Zoosafari. Rifiuti all'ingresso del parco di Punta Penne

BRINDISI – Scorre all’insegna dei pic nic, della passeggiate in riva al mare e degli eventi musicali organizzati presso parchi pubblici e stabilimenti balneari la giornata del Primo Maggio in provincia di Brindisi. Località più gettonata lo Zoosafari, con annesso parco dei divertimenti Fasanolandia, dove si sono riversate migliaia di famiglie provenienti da tutta l’Italia meridionale.

GUARDA IL VIDEO DELLA FESTA NEI PARCHI URBANI E SULLA COSTA DI BRINDISI

Fin dalle prime luci del giorno si è creato un inevitabile ingorgo di auto lungo entrambe le carreggiate della strada statale 379 Brindisi-Bari, all’altezza dello svincolo per la strada statale 172 dei trulli, che conduce alla Selva di Fasano. Con il passare delle ore, però, il traffico, monitorato dalle pattuglie della polizia Stradale, si è normalizzato.

Numerose persone si sono dirette verso le spiagge, da Torre Canne e Lendinuso, per il primo bagno dell’anno, nonostante un fastidioso vento. Di certo si sono imbattuti in uno spettacolo poco edificante i brindisini che hanno deciso di farsi due passi sulla litoranea a nord del capoluogo. La strada è infatti costellata di materiale di risulta. Gli arenili sono invasi dai rifiuti portati dal mare.

7ad0c6cb-d0a7-45c8-a0d6-a9d9ab245abd-2

Vergognoso è lo stato di degrado in cui versa l’ingresso del parco di Punta Penne, nei pressi della torre costiera, dove giacciono decine di sacchi colmi di spazzatura lasciati a ridosso della staccionata da un gruppo di volontari che lo scorso 26 marzo diede una ripulita all'oasi con vista sul mare. Ma assolutamente nulla si può imputare agli encomiabili cittadini che si rimboccarono le maniche per restituire decoro all’area. La colpa di questo scempio è esclusivamente della ditta Ecologica Pugliese, che nonostante le richieste da parte dei promotori dell’iniziativa, non è mai passata a ritirare i sacchetti.

Rifiuti parco Punta Penne-2

Sommersa dalla posidonia, invece, la spiaggetta libera di Punta Penne, dove giunge l’eco della maratona musicale organizzata 7c1efed3-1b93-460a-96e0-f5640e5661be-2dai gestori dell’Otkagona, stabilimento balneare sorto al posto dell’ex Lido Poste. Qui risuonano le selezioni di BlackadaProgram, la radio che va in video diretta sui social con la musica più cool del momento, e tutta l’energia della musica emergente di Funketti Allucinogeni che portano sul palco un repertorio edito e inedito in stile funk, rock, reggae e ska.

Musica dal vivo anche al parco Cillarese, meta prediletta dai brindisini. Già intorno alle ore 11 decine di comitive hanno occupato zolle d’erba per un pic nic all’ombra degli alberi, mentre i bimbi giocavano fra i viali del polmone verde, attratti da gonfiabili e giostre.

Per tutto il pomeriggio l’atmosfera sarà animata da organizzate dall’Associazione culturale  Puglia Insieme si Può, Sandro Toffi, 0831 Space, Smash-it, Stanisci Event, Salento Dog, Rc Automodellismo Brindisi, Que Locura, Mamadema Animation, Tindilo, Asd Casale volley, in collaborazione e patrocinato dall’Amministrazione Comunale.

Ad andare per la maggiore anche agriturismi e masserie. Fra queste, in particolare, sta riscuotendo successo la masseria San Paolo, a poche centinaia di metri dal rione La Rosa, sulla strada provinciale Brindisi-San Pietro Vernotico, dove gli ospiti sono stati accolti da Anna e Mustapha, marito e moglie che a 30 anni (come raccontato da BrindisiReport in un videoservizio) hanno preso la coraggiosa decisione di andare a lavorare nei campi, dopo aver conseguito la laurea.

Numerose comitive di turisti stranieri si sono concentrate sulle città collinari del Brindisino, in particolare Ostuni, già pronta per affrontare l'impatto della stagione estiva con la sua costa fregiata di numerose Bandiere Blu, ma ormai meta di viste e tour lungo tutto l'arco dell'anno. Al centro dell'intensificato flusso turistico anche Fasano e Cisternino, che assieme a Ceglie Messapica e alla Città Bianca sono le regine del turismo nella nostra provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento