Cronaca

Nella centrale di Cerano il set di un film d'azione. Ciak tra gli impianti

La città di Brindisi, ancora una volta, torna ad essere un set cinematografico. Sono iniziate, oggi (mercoledì 15 luglio), a Cerano, presso la centrale termoelettrica Enel "Federico II", le riprese di "Stratton: First Into Action", il thriller d'azione diretto dal regista inglese Simon West e prodotto dalla società italiana Eagle Pictures

BRINDISI - La città di Brindisi, ancora una volta, torna ad essere un set cinematografico. Sono iniziate, oggi (mercoledì 15 luglio), a Cerano, presso la centrale termoelettrica Enel  “Federico II”, le riprese di “Stratton: First Into Action”, il thriller d’azione diretto dal regista inglese Simon West (Tomb Rider, Con Air, La figlia del generale, Stolen) e prodotto dalla società italiana Eagle Pictures. La troupe che pare girerà sul territorio brindisino fino al 21 luglio,  si sposterà, poi, a Lecce e nel Lazio, dove l’ultimo ciak sarà quello del prossimo 5 agosto.

Il regista Simon West-2Si tratta di una pellicola che è un adattamento cinematografico del primo degli otto romanzi scritti da Ducan Falconer, ex membro della forza speciale Boat Service (unità del Naval Service inglese). E da questo, infatti, prende forma la trama: Stratton è un agente impegnato a dare la caccia ad una cellula di terroristi internazionali.

In un primo momento si vociferava che il protagonista sarebbe stato Henry Cavill, ma in realtà, sembrerebbe che il famoso attore britannico che, dapprima aveva dato conferma della sua presenza, abbia deciso, nei giorni scorsi, di fare un passo indietro. A sostituirlo dovrebbe esserci Dominic Copper che figura nel cast insieme con Austin Stowell, Tom Felton, Gemma Chan, Tyler Hoechlin, Thomas Kretschmann, Derek Jacobi, Connie Nielsen e Jake Fairbrother.

set cerano 1-2La location – Secondo alcune fonti, la centrale di Cerano pare abbia piacevolmente sorpreso gli addetti ai lavori che, dopo averla visitata, son rimasti colpiti dalla struttura, dal contesto in cui essa si trova e dalle apparecchiature di cui è dotata. L’occhio è caduto sull’impianto di raffreddamento delle acque che vengono rilasciate in mare, su quello di desolforazione (Desox) e sui “dome”, le cupole dei nuovi carbonili. Un posto che si presterebbe perfettamente per le scene del film di West. Insomma, un’occasione, questa, importante per Brindisi che, selezionata tra tante, sarà una delle location del film con adeguato ritorno di immagine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella centrale di Cerano il set di un film d'azione. Ciak tra gli impianti

BrindisiReport è in caricamento