Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Sette arresti per furti, spaccio e tentata rapina: tra le vittime anche Al Bano

La compagnia Carabinieri di Brindisi sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 indagati ritenuti responsabili di detenzione e cessione in concorso di sostanze stupefacenti, furto nonché tentata rapina. Tra le vittime c'è anche il noto cantante Albano

La compagnia Carabinieri di Brindisi sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Brindisi su richiesta della locale procura della Repubblica, nei confronti di 7 indagati ritenuti responsabili di detenzione e cessione in concorso di sostanze stupefacenti, furto nonché tentata rapina. Tra le vittime c’è anche il noto cantante Albano. Infatti i carabinieri hanno scoperto anche gli autori del furto avvenuto a ottobre 2014 al ristorante “Don Carmelo" di Albano Carrisi; in quella circostanza due degli arrestati nell'operazione odierna, con la complicità di una dipendente del ristorante, avevano rubato la cassa del locale con 4.000 euro in contanti. I dettagli dell’operazione, denominata “il Trentino”, saranno comunicati nel corso della conferenza stampa, presieduta dal procuratore capo Marco Dinapoli, che si terrà presso la procura della Repubblica di Brindisi alle 10.

VIDEO: GLI ARRESTATI LASCIANO LA CASERMA

I nomi degli arrestati: Dario Francavilla, 43 anni, di Cellino San Marco, in carcere; Gabriele Leuzzi, 36 anni, di San Pietro Vernotico; Stefano Spina, 36 anni, di Cellino San Marco, ai domiciliari; Giuseppe Cortese, 26 anni, di Cellino San Marco, ai domiciliari; Ivana Carrozzo, 33 anni, di Cellino San Marco; Stefania Chirizzi, 24 anni, di Cellino San Marco a Gabriele Cucci. Cortese, Francavilla e Spina sono difesi dall'avvocato Francesco Cascione.

LE INDAGINI - L’indagine è stata denominata “Il Trentino”, poiché così gli indagati chiamavano per telefono la dose da 0,3 grammi di cocaina; è stata condotta, da gennaio a settembre 2014, dalla stazione carabinieri di Cellino San Marco mediante servizi di osservazione e brevi periodi di intercettazioni telefoniche e ambientali, puntualmente riscontrati da sequestri di stupefacente, arresti in flagranza ed escussione degli acquirenti. 

L’attività ha permesso di raccogliere elementi di prova sugli indagati in ordine all’esercizio di un’articolata rete di vendita al dettaglio di cocaina e marijuana nell’ambito dei comuni di Cellino San Marco e limitrofi, facendo emergere altresì, la commissione, da parte degli stessi, di reati contro il patrimonio, perpetrati per finanziare il traffico di sostanze stupefacenti. Le indagini hanno complessivamente consentito di: individuare tutta la rete di spaccio, composta da 11 indagati tra cui i destinatari della misura.

Due degli indagati vennero arrestati in flagranza di reato durante le indagini nel gennaio del 2014. Si tratta di Gabriele Leuzzi ( trovato in possesso di 2,1 grammi di cocaina, suddivisa in 5 dosi, sostanza da taglio, materiale per il confezionamento e un bilancino di precisione, il tutto sottoposto a sequestro) e Stefano Spina, (trovato in possesso di 16 grammi di marijuana, suddivisa in dosi, e un bilancino di precisione). L'ulteriore perquisizione estesa presso l’abitazione di Spina ha permesso il rinvenimento di un altro bilancino di precisione. 

Durante le indagini sono state inoltre acquisiti elementi probatori nei confronti degli indagati destinatari della misura, riguardo a una tentata rapina e quattro episodi di furto con effrazione. Infine sono state sequestrate modiche quantità di stupefacente.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sette arresti per furti, spaccio e tentata rapina: tra le vittime anche Al Bano

BrindisiReport è in caricamento