menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfiammata: "Interventi di manutenzione a rilento, il commissario blocchi l'impianto"

Vite inquinate: "L'ennesima accensione delle candele Versalis nel petrolchimico, rende evidente che ci siano importanti problemi di funzionamento degli impianti"

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell’associazione Vite inquinate sull’accensione della torcia dell’impianto di cracking di Eni Versalis verificatasi oggi (28 aprile). 

L'ennesima accensione delle candele dell’impianto Versalis nel petrolchimico, rende evidente che ci siano importanti problemi di funzionamento degli impianti, che richiedono indifferibili interventi di manutenzione e messa in sicurezza degli stessi, in considerazione del ripetersi dei fenomeni nell’ultimo periodo. 

Le particolari condizioni temporali e meteo, in cui l’evento si e’ verificato, rendono altresi’ evidente l’impatto devastante sulla qualita’ dell’aria che respiriamo e sui danni alla salute dei brindisini che essi provocano.  Ritardi nell’esecuzione di interventi di manutenzione e messa in sicurezza, da parte della societa’ del gruppo Eni, non possono ricadere sulle salute dei Brindisini. 

In considerazione di tanto chiediamo che il Commissario prefettizio con ordinanza di urgenza a tutela della salute pubblica, interdica l’esercizio degli impianti di Versalis fino a quando non saranno eseguiti i necessari interventi di manutenzione e messa in sicurezza, prevedendo controlli sull’esecuzione dell’ordinanza da parte dell’Arpa e dei Carabinieri del Noe. 

Chiediamo altresi che gli impianti di monitoriaggio della qualita’ dell’aria, da anni nei magazzini comunali, vengano installati e messi in funzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento