menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sgomberato il Ferrohotel: condotti in questura decine di richiedenti asilo

Le forze dell'ordine sono entrate in azione alle prime luci del giorno per evacuare la palazzina fatiscente che sorge su di un costone di Canale Patri. I migranti che lo occupavano verranno trasferite presso strutture di accoglienza della provincia

BRINDISI – Sono iniziate stamani le operazioni di sgombero del Ferrohotel, ex ostello dei ferrovieri che da anni si è trasformato in una bomba ecologica alle porte del centro cittadino. Poliziotti, carabinieri, vigili del fuoco e agenti della polizia municipale si sono recati sul posto alle prime luci del giorno per evacuare una sessantina di richiedenti asilo provnienti da Pakistan, Afghanistan e da diversi Stati africani.

LA VIDEOTESTIMONIANZA: "IL SECONDO PIANO PIENO DI FECI E URINA"

Questi sono stati condotti in questura. Al termine delle operazioni presso l’ufficio Immigrazione di verifica della documentazione in possesso o di eventuali altri provvedimenti da adottare, i migranti saranno destinati verso le strutture di accoglienza sparse nel Brindisino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contestualmente allo sgombero sono iniziate le operazioni di bonifica dello stabile fatiscente, situato in cima a un costone di Canale Patri, affidate agli operatori della ditta Ecologica Pugliese, con l’ausilio di un braccio meccanico. La municipale ha sbarrato l’accesso alla strada che costeggia canale Patri nel punto in cui questa si innesta in via Tor Pisana. L'intervento si è chiuso intorno alle ore 16,30, quando tutti i varchi d'accesso all'immobile sono stati murati. 

Sgombero Ferrohotel 2016 4-2

L’immobile versa in condizioni igienico sanitarie disastrose. L’area esterna della palazzina è ricoperta da una distesa di rifiuti di ogni tipo. All’interno la situazione è anche peggiore. Quello odierno è il quarto sgombero effettuato negli ultimi sei anni. La speranza è che sia anche l’ultimo e che si faccia qualcosa per recupera questa area degradata della città.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento