menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bar Movida di Squinzano

Il bar Movida di Squinzano

Si atteggiava a boss e consumava in un bar senza pagare: arrestato

Si atteggiava a boss, consumando bevande varie senza mai pagare. Il 29enne Paolo Guadadiello, di Torchiarolo, adesso dovrà rendere conto alla giustizia degli atteggiamenti arroganti e minacciosi con cui si poneva nei confronti del titolare del bar “Movida” di Squinzano (Lecce)

TORCHIAROLO – Si atteggiava a boss, consumando bevande varie senza mai pagare. Il 29enne Paolo Guadadiello, di Torchiarolo, adesso dovrà rendere conto alla giustizia degli atteggiamenti arroganti e minacciosi con cui si poneva nei confronti del titolare del bar “Movida” di Squinzano (Lecce).

L’uomo è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Lecce, a seguito delle indagini condotte dai carabinieri della stazione di Squinzano, in sinergia con la procura salentina. Gli stessi militari gli hanno notificato il provvedimento restrittivo presso la casa circondariale di Lecce, dove Guadadiello si trovava recluso dallo scorso 29 dicembre, per il tentato omicidio di Antonio Rizzello.Paolo guadadiello-2

Il brindisino deve rispondere di  estorsione aggravata dal metodo mafioso. Secondo gli inquirenti, Guadadiello da almeno due anni, quale assiduo avventore del bar “Movida”, era arrivato al punto di allontanare arbitrariamente gli avventori presenti.

Gli atteggiamenti intimidatori sono poi culminati nell’episodio dell’11 settembre 2015, quando Guadadiello, entrato con altre persone nel bar, dopo aver bevuto e perso soldi alle slot-machine, avrebbe in preda all’ira danneggiato alcuni arredi ed il registratore di cassa obbligando poi il titolare del bar a mettere in ordine.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento