rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca

Si rifiutano di dare l'elemosina e vengono minacciati. Un arresto

Protagonisti di questa disavventura due uomini e una donna del Brindisino. Il mendicante, un extracomunitario, è stato arrestato

BRINDISI – Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio disposti dalla Questura di Lecce, ieri, domenica 23 ottobre, gli agenti della Sezione volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno arrestato un cittadino un 32enne del Ciad, in Italia senza fissa dimora, con precedenti di polizia, per minaccia aggravata, tentata estorsione aggravata, violenza privata, lesioni aggravate, resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale e possesso di oggetti atti ad offendere. Aveva chiesto l’elemosina e davanti al rifiuto ha dato in escandescenze. Tra le vittime anche tre brindisini, si tratta di due uomini e una donna di Mesagne. 

Da quanto ricostruito dalla polizia l’uomo aveva chiesto loro, insistentemente, denaro. Non avendo ricevuto nulla, invece di allontanarsi aveva cominciato a insultarli e a inveire contro di essi, inseguendoli mentre cercavano di allontanarsi. Ad un certo punto il 32enne, visibilmente alterato dall’uso di alcool, aveva raccolto da terra una bottiglia e dopo averla rotta aveva impugnato un pezzo di vetro minacciando i tre. Spaventati da quanto accaduto gli stessi hanno chiamato il 113 mentre l’uomo avendo capito che sarebbe arrivata la Polizia si era allontanato.

In seguito alla descrizione fornita agli agenti poco dopo sono il 32enne è stato rintracciato: quando è stato bloccato, però, si è scagliato contro di essi sferrando calci, pugni e anche mordendo un poliziotto. Nel corso della colluttazione uno degli agenti è stato ferito alla mano e successivamente medicato presso il Pronto Soccorso del Vito Fazzi con prognosi di giorni 6.

Nel corso della perquisizione personale, all’interno di una tasca dei pantaloni, i poliziotti hanno trovato un coltello multiuso. Nel corso dell’intervento un altro cittadino ha riferito di essere stato anch’egli aggredito dall’uomo in viale Oronzo Quarta mentre era all’interno della propria auto: dopo essersi avvicinato, il 32enne senza motivo si era scagliato contro di lui ferendolo con una bottiglia di vetro e procurandogli una ferita all’avambraccio sinistro. Prognosi di 10 giorni.

All’esito degli accertamenti di rito, lo straniero è stato arrestato e arresto e su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica, associato alla Casa Circondariale di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rifiutano di dare l'elemosina e vengono minacciati. Un arresto

BrindisiReport è in caricamento