rotate-mobile
Cronaca Mesagne / Via San Donaci

Si ritrova con un serpente in casa: grosso spavento per una casalinga

Deve aver provato un grosso spavento una cittadina mesagnese che oggi pomeriggio (10 ottobre) ha avuto un'insolita visita: quella di un serpente che tentava di entrare nella sua abitazione in via San Donaci, attraverso un'intercapedine della porta di ingresso. La malcapitata ha subito chiesto aiuto agli agenti di polizia municipale

MESAGNE – Deve aver provato un grosso spavento una cittadina mesagnese che oggi pomeriggio (10 ottobre) ha avuto un’insolita visita: quella di un serpente che tentava di entrare nella sua abitazione in via San Donaci, attraverso un’intercapedine della porta di ingresso.

La malcapitata ha subito chiesto aiuto ai vigili urbani coordinati dal comandante Bartolomeo Fantasia, che a loro volta hanno chiamato in ausilio un esperto di rettili della sezione di Brindisi dell’Anta (Associazione nazionale tutela ambiente), Marco Pisani.

Giunto sul posto intorno alle ore 16,30, quest’ultimo ha dovuto utilizzare un fono per estrarre, con notevoli difficoltà, il rettile dall’intercapedine in cui era rimasto incastrato. Si trattava di un serpente Cervone, della famiglia dei colubridi: il più lungo serpente italiano (la sua lunghezza può variare da 80 centimetri a 240 centimetri) e uno dei più lunghi in Europa. Fortunatamente, non è velenoso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ritrova con un serpente in casa: grosso spavento per una casalinga

BrindisiReport è in caricamento