menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si scaglia contro la moglie: provvidenziale l'intervento dei carabinieri

E' stato arrestato dai carabinieri della stazione di Latiano un 44enne del posto che la scorsa notte ha aggredito la consorte per futili motivi. La moglie dall'uno marzo aveva sporto ben sette querele a carico del marito violento, che in una circostanza aveva aggredito anche il figlio

LATIANO – Da almeno un paio di mesi picchiava e inveiva, anche in pubblico, contro la moglie, facendola sprofondare in un incubo. Ieri, al culmine dell’ennesima aggressione, sono intervenuti i carabinieri per arrestare il marito violento. Si tratta di un operaio di Latiano di 44 anni. 

I maltrattamenti nei confronti della moglie e dei figli andavano avanti dallo scorso 1 marzo, quando la malcapitata si presentò presso la locale stazione al comando del maresciallo Doria, presentando la prima di sette querele sporte nelle settimane successive. Da quanto appurato dai carabinieri attraverso diverse testimonianze, l’acquisizione di messaggi vocali e di materiale fotografico, la donna più volte è stata presa a schiaffi e umiliata in presenza di altre persone. In una circostanza l’operaio avrebbe anche aggredito il figlioletto, provocandogli profondi traumi psicologici. 

L’autorità giudiziaria era già stata messa al corrente dei fatti dai carabinieri, che avevano acquisito anche referti medici attestanti le lesioni inferte dal marito. Ieri sera la vittima è stata presa, per l’ennesima volta, a schiaffi, nonostante avesse la figlia minore in braccio.

Giunti subito sul posto, i militari della locale stazione bloccato il 44enne e lo hanno condotto in caserma. Da lì, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato accompagnato presso l'abitazione dei propri genitori, in regime di domiciliari, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e percosse. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento