Cronaca

Sicurezza e legalità nel settore turistico: vertice in prefettura

Finalizzato al rafforzamento dei contri anti-abusivismo, e quindi a tutela non solo della categorie che operano legalmente nel settore turistico, ma anche dei cittadini italiani e stranieri che usufruiscono di quei servizi, la seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Annunziato Vardè

BRINDISI – Finalizzato al rafforzamento dei contri anti-abusivismo, e quindi a tutela non solo della categorie che operano legalmente nel settore turistico, ma anche dei cittadini italiani e stranieri che usufruiscono di quei servizi, la seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto Annunziato Vardè, allargato alla partecipazione di Confindustria Brindisi, rappresentata dal presidiente della Sezione turismo, Teo Titi, e dal delegato alle strutture alberghiere, Maurizio Angelelli.

Teo-Titi-2Sicurezza pubblica e legalità, dunque, quindi anche la prevenzione dei rischi insiti nel particolare clima di tensione che vive da mesi l’Europa, i temi a proposito dei quali il prefetto Vardè, dice una nota di Confindustria, “ha assicurato che verranno effettuati i necessari controlli per garantire il rispetto della normativa in materia e la necessaria sicurezza della cittadinanza in un momento particolarmente delicato, come i recenti tragici fatti di cronaca internazionale hanno evidenziato”.

“Siamo assolutamente soddisfatti della prontezza e della disponibilità manifestate dalla Prefettura di Brindisi. Il dialogo avviato con le forze dell’ordine – ha commentato Teo Titi - ci consentirà di monitorare in maniera capillare un fenomeno che non riguarda solo il settore turistico in termini di evasione fiscale, lavoro nero e pubblica sicurezza, ma che danneggia l’immagine stessa dell’accoglienza in Puglia”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza e legalità nel settore turistico: vertice in prefettura

BrindisiReport è in caricamento