Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Simulano incidenti e ottengono risarcimenti per 13mila euro: scoperti e denunciati

In sette sono accusati di concorso in fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, nonché falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

BRINDISI - Sette persone tra cui un 60enne, due 28enni, un 58enne, tutti della provincia di Brindisi, sono stati denunciati dai carabinieri del Nor della compagnia di Brindisi per concorso in fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, nonché falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

Il gruppo per ottenere l'indennizzo dalle compagnie assicurative hanno denunciato sinistri stradali mai avvenuti, ma simulati. I fatti risalgono all'estate del 2019 e si sono verificati a Brindisi e a Oria, sono state utilizzate auto di loro proprietà. Hanno falsificato e creato elementi di prova, nonché la relativa documentazione. In una circostanza, la pianificazione del falso sinistro è stata organizzata anche provvedendo a far smontare alcune parti di carrozzeria del veicolo, per poi farle sostituire con componenti già danneggiati, ottenendo il pagamento dell’indennizzo pari a circa 6500 euro. Nell’ altra circostanza, nel falso incidente, hanno attestato fraudolentemente anche danni fisici, ottenendo complessivamente circa 6700.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Simulano incidenti e ottengono risarcimenti per 13mila euro: scoperti e denunciati

BrindisiReport è in caricamento