Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Sanitaservice: nuovo sit in contro l'assunzione di lavoratori baresi

Manifestazione organizzata dal Cobas per lunedì mattina, mentre in prefettura si svolgerà una riiunione su questa vertenza

BRINDISI – Il sindacato Cobas si oppone alla guerra fra poveri innescata dalla decisione della Regione di assumere fra le file della Sanitaservice di Brindisi dei lavoratori licenziati 23 anni fa dalle ex case di cura riunite, al posto di un gruppo di disoccupati della provincia di Brindisi che nel 2015, in anticipo rispetto alla scadenza del contratto a tempo determinato, è stato licenziato dalla stessa Sanitaservice.

Tale istanza verrà avanzata nel corso di un sit in indetto per lunedì mattina, alle ore 9, in piazza Santa Teresa, mentre in prefettura si svolgerà un incontro su questa vertenza occupazionale al quale parteciperanno l’assessore Regionale Salvatore Negro, il direttore generale della Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone, il direttore di Sanitaservice Flavio Roseto, oltre allo stesso prefetto, che si è fatto promotore del tavolo. Ma “dopo la pressione di alcuni sindacati e del mondo politico – sostiene Aprile - ai quali evidentemente piace sguazzare nelle porcherie attraverso promesse di assunzione”, la procedura di assunzione è stata bloccate e i lavoratori della provincia di Bari, in soldoni, sono stati preferiti ai brindisini. 

Nel corso del vertice in prefettura, “il Cobas – si legge ancora nel comunicato di Aprile - confermerà la richiesta di sospensione all’avviso pubblico utilizzato per dare una soluzione agli ex lavoratori delle Case di Cura Riunite di Bari.”

Per il Cobas si tratta di “un imbroglio mai visto dove una vertenza sindacale nata su un territorio trova soluzione su di un altro ancora più sinistrato come è quello brindisino”.

Il Cobas “chiederà alla Regione che ci sia giustizia per i disoccupati brindisini – afferma ancora Aprile - affinché lavorino per brevi periodi sostituendo il personale in servizio dovuto a lunghe malattie, ferie, maternità e quant’altro”. L’organizzazione sindacale inoltre “confida nella ragionevolezza mostrata dall’assessore Regionale, Salvatore Negro, nell’ultima riunione svolta a Bari e dalla Prefettura di Brindisi, ormai snodo fondamentale alla ricerca di possibili soluzioni da dare alle vertenze del territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitaservice: nuovo sit in contro l'assunzione di lavoratori baresi

BrindisiReport è in caricamento