Scarti edili trasportati abusivamente: denunciate quattro persone

Si tratta del titolare, del direttore dei lavori e di due operai di una ditta. I rifiuti provenivano da un cantiere urbano

FRANCAVILLA FONTANA – Un autocarro non autorizzato veniva utilizzato per il trasporto di scarti di demolizione edili. Quattro persone sono state denunciate a piede libero nell’ambito di un’indagine condotta dai carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica. Si tratta di C.R., 43enne francavillese, titolare della ditta che eseguiva i latori edili; C.T., 47enne di Grottaglie, direttore dei lavori; e due operai, B.S., 42enne di Manduria e C.M., 29enne di San Pietro Vernotico. A tutti loro è stato contestato il concorso nel reato di violazione al Codice dell’ambiente.

CCFor Ceglie M-2

I rifiuti, da quanto accertato dai militari, provenivano dal centro di Francavilla Fontana.  L’ automezzo è stato sottoposto a sequestro, su esecuzione di specifico decreto emanato dall’ Autorità giudiziaria. 

Considerata la consistenza dell’attività edile ed industriale in un centro importante come Francavilla Fontana, i carabinieri forestali mantengono costantemente un alto livello di guardia sulla gestione dei rifiuti prodotti in opifici, cantieri ed impianti di recupero.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Pulmino si schianta contro un albero: feriti sette braccianti, due sono gravi

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • La Polstrada recupera auto rubata dopo un inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento