rotate-mobile
Cronaca

Smontato dai ladri intero impianto fotovoltaico

BRINDISI – Un colpo studiato a tavolino quello che nella notte tra il 2 e il 4 settembre scorsi ha dimezzato, facendo sparire mille pannelli solari, un impianto fotovoltaico: i ladri qualche giorno prima di entrare in azione avevano messo fuori uso l'impianto elettrico, il sistema di allarme e quello di videosorveglianza.

BRINDISI ? Un colpo studiato a tavolino quello che nella notte tra il 2 e il 4 settembre scorsi ha dimezzato, facendo sparire mille pannelli fotovoltaici, un impianto che si estende tra le contrade Gambetta e Argiano al confine con Mesagne: i ladri qualche giorno prima di entrare in azione avevano messo fuori uso l'impianto elettrico, il sistema di allarme e quello di videosorveglianza. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione Casale al comando del maresciallo Lezzi.

Al vaglio degli investigatori ci sono diversi aspetti da chiarire. Asportare mille pannelli solari non è un gioco da ragazzi. L'impianto di proprietà di una società di Milano è coperto da assicurazione, il danno arrecato supera i centomila euro. Il furto è stato scoperto nella notte tra mercoledì e ieri dagli agenti dell'istituto di vigilanza privato che si occupa della sorveglianza del campo fotovoltaico.

I vigilantes hanno trovato un varco nella rete di recinzione. L'impianto però era al buio già da qualche giorno a causa di danneggiamenti a tutto l'apparato elettrico: telecamere, sistema di allarme e pali dell'illuminazione erano stati messi fuori uso pochissimi giorni prima. Del fatto gli agenti dell'istituto di vigilanza avevano informato la società proprietaria dell'impianto ma avevano attribuito il danneggiamento a un tentativo di furto andato a vuoto. Invece, da quanto ritengono i carabinieri, si trattava della prima parte di un piano ben studiato e organizzato in ogni dettaglio. Ora si cercano i responsabili.

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smontato dai ladri intero impianto fotovoltaico

BrindisiReport è in caricamento