Cronaca Via Benvenuto Cellini

Smontava targhe da auto in sosta e le rimontava su un veicolo rubato: preso

I poliziotti lo hanno sorpreso mentre montava delle targhe appena prelevate da una Lancia Ypsilon in sosta, su un'altra macchina dello stesso modello rubata cinque giorni fa. Sono scattate le manette ai polsi per il brindisino Renato Candita, di 23 anni. L'episodio si è verificato nella mattinata di oggi (20 settembre) in via Benvenuto Cellini, al rione Sant'Elia

BRINDISI – I poliziotti lo hanno sorpreso mentre montava delle targhe appena prelevate da una Lancia Ypsilon in sosta, su un’altra macchina dello stesso modello rubata cinque giorni fa. Sono scattate le manette ai polsi per il brindisino Renato Candita, di 23 anni. L’episodio si è verificato nella mattinata di oggi (20 settembre) in via Benvenuto Cellini, al rione Sant’Elia.

Una pattuglia della Sezione volanti al comando del vicequestore Alberto D’Alessandro impegnata in un servizio antirapina ha notato una persona già nota alle forze dell’ordine intenta a smontare le targhe di una delle auto, per poi rimontarla sull’altra. I veicoli erano affiancati. Insospettiti da questa operazione, gli agenti sono usciti allo scoperto. Renato Candita-2

Candita, alla vista delle forze dell’ordine, ha tentato la fuga. Ma i poliziotti lo hanno bloccato dopo un breve inseguimento. Attraverso un controllo effettuato dagli uomini di servizio in sala operativa è subito emerso che una delle de Lancia era stata rubata 5 giorni fa a Mesagne. L’altra invece era “pulita”.

Condotto in questura, Candita, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato per riciclaccio e accompagnato presso la propria abitazione, in regime di domiciliari. Sono in corso accertamenti anche sul proprietario della Lancia non rubata.  

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smontava targhe da auto in sosta e le rimontava su un veicolo rubato: preso

BrindisiReport è in caricamento