"So che mi dovete arrestare per droga, sto tornando dalla Grecia": brindisino in carcere

Ordinanza di custodia cautelare eseguita a carico di Alessandro De Giorgi: era irreperibile, ha chiamato per avvisare i poliziotti ed è rientrato questa mattina. Provvedimento eseguito ieri nei confronti di Francesco Palma e Teodoro Carone

La droga trovata nel garage lo scorso 4 ottobre

BRINDISI – Più di duemila grammi di hashish, oltre mille di cocaina e di marijuana. Tutto nascosto in un garage che, secondo l’accusa, sarebbe diventato centrale per il confezionamento della droga, oltre che nascondiglio per una pistola: il gip ha ordinato l’arresto di Francesco Palma, 40 anni, Teodoro Carone, 24, e Alessandro De Giorgi, 27, tutti di Brindisi.

Foti 1-2-2-2

L’irreperibile, la telefonata e l'arresto

Due ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite dagli agenti della Squadra Mobile nella giornata di ieri, sabato 7 aprile. E’ risultato irreperibile De Giorgi, il quale è stato avvisato dai parenti e tramite il suo difensore, Daniela d’Amuri, ha fatto sapere di essere impegnato altrove per motivi di lavoro: “So che mi dovete arrestare, datemi il tempo di tornare a Brindisi”, avrebbe detto anticipando che si sarebbe costituito lui stesso nel carcere di via Appia. Così è stato: questa mattina attorno alle 10,30 è arrivato a Brindisi dalla Grecia con un traghetto di linea, e si è consegnato agli agenti della Squadra Mobile. Ad attenderlo al porto, il suo difensore e i poliziotti.

2018-04-08-PHOTO-00000317-2Il provvedimento di arresto è stato firmato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Giuseppe Biondi, nell’inchiesta delegata agli agenti della sezione Narcotici. Per De Giorgi e Palma è stato ordinato l'arresto in carcere, mentre per Carone i domiciliari con braccialetto elettronico. Le indagini furono aperte in seguito alle sparatorie avvenute in città tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre 2017.

In quel periodo, i poliziotti eseguirono una serie di perquisizioni e la mattina del 4 ottobre scorso scoprirono un garage nel quartiere Paradiso, in uso a Daniele Romano, 26 anni. C’era droga, c’era materiale per il confezionamento delle dosi e c’era anche una pistola a tamburo modificata, marca Magnum, calibro 380 9 mmk, priva di matricola, e per questo considerata arma clandestina.

Il garage, la droga e le armi

Il giovane si presentò spontaneamente dopo aver appreso del controllo, ma disse di non sapere niente perché aveva prestato le chiavi del box a un amico del quale non fece il nome. Furono autorizzate intercettazioni telefoniche e ambientali, in carcere in occasione dei colloqui con i familiari. Gli agenti ascoltarono anche diverse telefonate fatte da alcuni detenuti ristretti in carcere, telefonate regolarmente autorizzate dalla struttura in sostituzione dei colloqui. Le conversazioni hanno portato a delineare profili di responsabilità a carico dei tre brindisini: costituiscono, infatti, gravi indizi di colpevolezza alla base dell’ordinanza di arresto assieme alle esigenze cautelare ritenute, come evidenziato dal pubblico ministero, attuali e concreti legate in particolare alla reiterazione del reato.

Foto 3-5-12-2-3

Le accuse

Palma e De Giorgi sono accusati di detenzione, in concorso con Romano di: 1010 grammi di marijuana, 2.378 di hashish e 1.175 di cocaina, “sostanza che per eterogeneità, quantità e modalità di confezionamento” sarebbe stata destinata allo spaccio. Nel garage furono trovati anche due bilancini di precisione.

I due, sempre in concorso con Romano, rispondono inoltre di detenzione di arma clandestina. Con la contestazione della recidiva reiterata infraquinquennale.

Carone è accusato di aver ceduto droga in diverse occasioni a brindisini, nel periodo compreso tra ottobre e dicembre 2017. Anche in questo caso è stata contestata la recidiva. L’interrogatorio di garanzia per gli indagati si svolgerà nei prossimi giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo aggiornato alle 10,45

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento