Cronaca

Emergenza rifiuti: sopralluogo lunedì del presidente della Commisione bicamerale

Il presidente della Commissione bicamerale d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti, Alessandro Bratti, effettuerà lunedì sopralluoghi negli impianti di Brindisi, e presiederà un incontro con prefetto, sindaci, Regione e Provincia. La situazione di emergenza era stata segnalata dalla deputata Elisa Mariano

BRINDISI – A nove mesi dalle prime audizioni sulla situazione in provincia di Brindisi, la Commissione bicamerale d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e sugli illeciti ambientali connessi, è costretta ad occuparsi nuovamente di questo territorio. Lunedì 26 ottobre sarà in città - sia pure in veste non ufficiale - il presidente della commissione stessa,  l’on. Alessandro Bratti, per partecipare ad un incontro con tutti i sindaci della provincia, e con l’assessore regionale all’Ambiente, Domenico Santorsola, il subcommissario regionale dell’Oga di Brindisi, Antonello Antonicelli, il prefetto Nicola Prete,  il presidente della Provincia, Maurizio Bruno, il presidente dell’Aro Br/1 Salvatore Ripa. La riunione si terrà a Palazzo De Leo, sede della Provincia di Brindisi, nella mattinata.

Elisa MarianoLa notizia giunge dalla deputata Elisa Mariano (Pd) che qualche tempo fa aveva inviato alla Commissione bicamerale una lettera chiedendo un focus sulla situazione nel Brindisino e soprattutto nel capoluogo, che da lì a poco in effetti sarebbe degenerata nella crisi attuale degli impianti, generando l’urgenza di una discarica di soccorso, mentre sono in corso attività della magistratura sulla base di indagini del Noe dei carabinieri e della Digos della questura brindisina. E’ la parlamentare di S. Pietro Vernotico che riassume i fatti che hanno condotto alla visita di Bratti prevista per lunedì.

“Il presidente Bratti, subito dopo la mia lettera, inviò immediatamente richiesta a tutti i soggetti interessati per assumere informazioni ed avere un quadro completo di quanto stesse accadendo, questo a distanza di soli nove mesi da un ciclo di audizioni che il presidente tenne, sempre sulla situazione brindisina e su mia richiesta, nel dicembre 2014. Purtroppo, come tutti abbiamo potuto vedere la situazione è precipitata trasformandosi in vera e propria emergenza. E’ opportuno allora verificare perché e come si è giunti a questo punto. Quali siano stati i fattori intervenuti nel frattempo e le scelte compiute dai diversi soggetti interessati, per comprendere a fondo perché siamo in questa situazione, ossia continuamente a rischio di emergenza ambientale e sanitaria, al limite del collasso”, scrive la deputata nella nota inviata alle redazioni.

Alessandro Bratti-2Sino a questo momento, la Commissione bicamerale sui rifiuti aveva iniziato una attività conoscitiva chiedendo formalmente al Comune di Brindisi, alla Prefettura, alla Regione Puglia Subito dopo la sollecitazione della Mariano, infatti, è giunta una lettera da parte della Commissione a Comune di Brindisi, Prefettura, Procura di Brindisi e Regione, informazioni sulla situazione. L’onorevole Bratti, prima della riunione, effettuerà una ricognizione presso gli impianti collegati al ciclo dei rifiuti, quelli ai quali è legata l’emergenza attuale.

“Questa visita è un’occasione importante – commenta Elisa Mariano - che ci consente di affermare l’attenzione estrema da parte del Parlamento su questo delicato settore. Certo, nei limiti di quelle che sono le sue competenze che, come tutti sanno non riguardano né la programmazione né la gestione del ciclo. Le scelte strategiche sono, infatti, in capo alla Regione. Ma monitorare, approfondire, chiarire percorsi intrapresi e procedimenti in corso è utile come non mai, anche perché i cittadini dinanzi ad una emergenza si chiedono sempre cosa non ha funzionato ed il lavoro di inchiesta che la Commissione può svolgere è, in questa direzione, molto utile. Non solo, credo che sia fondamentale dare una spinta ad un lavoro di collaborazione tra tutti i livelli istituzionali per sancire insieme alcune priorità cui ogni scelta dovrà ispirarsi in tema di rifiuti soprattutto qui a Brindisi: sostenibilità ambientale, trasparenza e legalità, sostenibilità economica”.

Secondo Elisa Mariano, “oggi siamo distanti anni luce da livelli di efficienza desiderati. Le nostra famiglie pagano tasse alte e nonostante ciò abbiamo dovuto subire l’onta dei cumuli di rifiuti per strada per giorni. Per questo credo che un’azione di vigilanza sia quanto mai utile e necessaria e ringrazio il presidente Bruno ed il sindaco Ripa per aver reso possibile questo tavolo di confronto in tempi brevissimi e tutti gli altri per la collaborazione offerta. Sono certa che sarà un interessante momento di confronto istituzionale.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti: sopralluogo lunedì del presidente della Commisione bicamerale

BrindisiReport è in caricamento