Cronaca

Impianti dei rifiuti, oggi ricognizione dei siti prima dell’arrivo dell’Amiu

La municipalizzata del Comune di Bari pronta a subentrare alla brindisina Nubile. Nuovo piano industriale, tariffe per il conferimento e garanzie occupazionali per gli attuali addetti sul tavolo del commissario Oga

BRINDISI  - Tre ore di ricognizione, oggi, prima in via per Pandi e poi in contrada Autigno,  in vista della staffetta per la gestione degli impianti per rifiuti: l’Amiu, la municipalizzata del Comune di Bari, è pronta a raccogliere il testimone lasciato dalla brindisina Nubile, con cui l’amministrazione cittadina ha tagliato i ponti rescindendo il contratto per gravi inadempimenti dopo aver contestato il mancato rispetto degli obblighi previsti nel capitolato.

La società barese dovrà presentare il piano industriale al commissario Oga, con indicazione della tariffa per il conferimento e garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali. Questa mattina c’è stato un sopralluogo dei vertici dell’Amiu,  il direttore generale Antonio Di Biase e il presidente Gianfranco Grandaliano, presso l’impianto di Cdr e presso la discarica, posta sotto sequestro per inquinamento della falda acquifera, entrambi di proprietà del Comune di Brindisi.

I due tecnici sono stati accompagnati dal sub commissario dell’Organo di governo d’ambito, Antonello Antonicelli, dal dirigente dell’Oga, Fabio Lacinio e dall’amministratore unico della società Nubile Srl, Luca Screti, e dall’avvocato Alberto Maria Durante. I dirigenti Amiu hanno preso contezza dello stato dei luoghi allo scopo di subentrare nella gestione, senza soluzione di continuità,  dal 16 novembre, data stabilita dal governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano: il passaggio di mano riguarderà l’impianto di Cdr, per il quale la municipalizzata dovrà presentare un prospetto dei costi stimati.

La discarica di Autigno 3-2Il piano con entrare e uscite dovrebbe essere rese noto in occasione del prossimo incontro a Bari, presso la sede dell’assessorato all’Ambiente. L’appuntamento è stato fissato per giovedì pomeriggio. Per quanto riguarda, invece, la discarica di Autigno, si rendono necessari una serie di interventi per evitare di contaminare ulteriormente la falda e per questo sono previsti incontri ulteriori tra i dirigenti Amiu e i funzionari del Comune di Brindisi.

Intanto già oggi sono state fornite rassicurazioni ai lavoratori che hanno prestato servizio presso gli impianti gestiti da Nubile: dal 16 novembre dovrebbero passare all’Amiu, aspetto che deve essere ulteriormente approfondito come Antonello Antonicelli-2hanno chiesto i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, Cobas con Bobo Aprile e Cgil Funzione Pubblica con Vincenzo Cavallo (a sinistra, Antonello Antonicelli).

La società Nubile questa mattina ha provveduto a saldare le spettanze con accredito sui conti correnti dei lavoratori: in totale ci sono 32 operai a cui vanno ad aggiungersi quattro unità rimaste fuori nel momento in cui non sono stati prorogati i contratti. Dal portavoce delle sigla sindacale Cobas e Cgil  sono state chieste certezze per tutti e 36 i lavoratori.Il sopralluogo nell'impianto di Cdr-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianti dei rifiuti, oggi ricognizione dei siti prima dell’arrivo dell’Amiu

BrindisiReport è in caricamento