Sorpresi con un quintale di rame, denunciati

BRINDISI – Se ne andavano in giro nel cuore della notte con l'auto carica di cavi di rame, e quando i finanzieri li hanno fermati e interrogati sul carico che trasportavano non hanno saputo indicare una motivazione valida sul possesso e sulla provenienza di quel materiale, così sono stati denunciati per ricettazione.

I cavi di rame sequestrati

BRINDISI – Se ne andavano in giro nel cuore della notte con l'auto carica di cavi di rame, e quando i finanzieri li hanno fermati e interrogati sul carico che trasportavano non hanno saputo indicare una motivazione valida sul possesso e sulla provenienza di quel materiale, così sono stati denunciati per ricettazione.

Si tratta di tre brindisini: A.M., 36 anni, suo fratello S.M. di 37 ed M.P. di 39., tutti già noti alle forze dell'ordine. I tre sono incappati in un normale posto di controllo di una pattuglia di baschi verdi della compagnia della Guardia di Finanza di Lecce, in servizio sulla strada provinciale 144 che collega Salice Salentino a San Donaci. Erano a bordo di una Citroen AX.

I loro precedenti penali e l'atteggiamento sospetto ha indotto i militari ad eseguire una perquisizione nella vettura. È così che è stato scoperto che nel portabagagli c'erano due sacchi di juta pieni di cavi di rame del peso complessivo di 90 chilogrammi. Inevitabile la denuncia.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento