menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpresi dai carabinieri a coltivare cannabis in un vigneto: arrestati

Un bracciante agricolo e un imprenditore di Torre Santa Susanna e Mesagne sono stati arrestati dai carabinieri per produzione di sostanze stupefacenti

TORRE SANTA SUSANNA - Un bracciante agricolo e un imprenditore di Torre Santa Susanna e Mesagne sono stati arrestati dai carabinieri per produzione di sostanze stupefacenti: sono stati sorpresi a coltivare cannabis. Si tratta di Vincenzo Cavallo 46 anni di Torre e Gianluca Pedone 23 anni di Mesagne. Un 27emme, A.B. è stato denunciato.

L’arresto risale al pomeriggio di ieri, martedì 12 settembre, quando una pattuglia dei carabinieri del Nas di Taranto durante un’attività di controllo nelle aziende agricole del posto ha notato in un vigneto appartenente a una cantina tre individui che si comportavano in modo sospetto. Immediata la segnalazione al 112. Sul posto si sono recati i colleghi della stazione di Torre che hanno sorpreso i tre intenti a coltivare 18 piante di “cannabis indica”, di altezza variabile da 140 a 180 cm.

Le piante sono state estirpate e sottoposte a sequestro. Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari presso le loro abitazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento