Cronaca Cellino San Marco

Sorpreso a spacciare all'interno del Guendalina: arrestato un brindisino

Un giovane di Cellino San Marco è stato sorpreso mentre cedeva della cocaina all'interno della discoteca Guendalina di Santa Cesarea Terme (Lecce), finita quest'oggi alla ribalta delle cronache nazionali per aver fatto da scenario alla morte, avvenuta in circostanze ancora da chiarire, del 19enne di Lecce Lorenzo Toma. Le manette ai polsi sono scattate per il 24enne D.F.A.

CELLINO SAN MARCO – Un giovane di Cellino San Marco è stato sorpreso mentre cedeva della cocaina all’interno della discoteca Guendalina di Santa Cesarea Terme (Lecce), finita quest’oggi alla ribalta delle cronache nazionali per aver fatto da scenario alla morte, avvenuta in circostanze ancora da chiarire, del 19enne di Lecce  Lorenzo Toma. Le manette ai polsi sono scattate per il 24enne D.F.A. 

Il ragazzo è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della compagnia di Maglie al comando del capitano Scalingi, impegnati in un servizio contro lo spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del noto locale notturno salentino. Da quanto appurato dalle forze dell’ordine, il cellinese avrebbe ceduto della cocaina ad un giovane. I militari lo hanno sottoposto subito a perquisizione, trovandogli addosso una dose di cocaina ed una dose di Mdma (più comunemente nota come ecstasy), il tutto posto sotto sequestro.

Durante le procedure di identificazione, il 24enne ha fornito false generalità, andando incontro a una denuncia anche per questo reato. Dopo aver trascorso la notte in caserma, il brindisino è stato accompagnato presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari (tale vicenda non ha nessun collegamento con la morte di Toma). 

Si sono aperte le porte della casa circondariale di Lecce, invece, per un altro presunto pusher sorpreso all’interno del Guendalina. Si tratta del 22enne A.I., della provincia di Bari. Questi, già noto alle forze dell’ordine, nel corso di una perquisizione è stato scoperto con cinque involucri di Mdma per un peso di circa 2 grammi e cinque involucri con della cocaina per un grammo e mezzo, oltre ad una decina di grammi di hashish. 

Durante la stessa attività, i carabinieri hanno denunciato, sempre per detenzione ai fini di spaccio, due persone della provincia di Bari: M. G. ventiduenne, trovato in possesso di diciannove involucri di speed per circa sette grammi; F. V., diciottenne, che aveva tredici involucri di hashish. La droga è stata  sequestrata. Altri due giovani sono stati segnalati alle competenti prefetture per uso non terapeutico sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a spacciare all'interno del Guendalina: arrestato un brindisino

BrindisiReport è in caricamento