menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marcello Ruggiero

Marcello Ruggiero

Sorpreso a spacciare, arresto a S.Vito

SAN VITO DEI NORMANNI – L'obiettivo di debellare o quantomeno arginare il traffico di sostanze stupefacenti i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, guidati dal capitano Ferruccio Nardacci, lo stanno perseguendo fino in fondo e con tutti i mezzi. Anche operando in borghese e in servizio h24.

SAN VITO DEI NORMANNI - L'obiettivo di debellare o quantomeno arginare il traffico di sostanze stupefacenti i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, guidati dal capitano Ferruccio Nardacci, lo stanno perseguendo fino in fondo e con tutti i mezzi. Anche operando in borghese e in servizio h24.

È proprio nell'ambito di questo genere di attività che nella serata di ieri un altro presunto spacciatore è finito in carcere. Si tratta di Marcello Ruggiero di 47 anni, con precedenti e disoccupato. I carabinieri lo hanno sorpreso mentre cedeva marijuana a un 44enne del posto.

Entrambi, colti in flagranza, sono stati perquisiti. Ruggiero aveva addosso 12 grammi della stessa sostanza e denaro contante per un valore di 25 euro, risultato essere provento dell'attività di spaccio. È finito in carcere con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il suo cliente, invece, è stato segnalato all'autorità amministrativa come assuntore.

Da quanto hanno accertato gli uomini di Nardacci, Marcello Ruggiero, nato a Roma, è ospite di un cugino residente a San Vito. Ieri sera il 47enne è stato notato in una piazza cittadina in atteggiamenti ritenuti sospetti. I carabinieri che operavano in borghese hanno pensato bene di tenerlo sott'occhio ed è così che poco dopo è entrato in contatto con un altro individui a cui ha ceduto qualcosa.

I militari non hanno esitato a eseguire un controllo immediato scoprendo che i sospetti erano fondati. Era appena stata scambiata marijuana. Il presunto pusher è stato perquisito e addosso gli sono state trovate altre dosi della stessa sostanza per un totale complessivo di 12 grammi. Come da prassi la perquisizione è stata estesa anche a casa del cugino, ma lì non è stato trovato nulla.

Marcello Ruggiero è stato rinchiuso nel carcere di Brindisi in attesa dell'interrogatorio di convalida che avverrà alla presenza del suo legale di fiducia Angela Epifani. I controlli dei carabinieri nell'ambito del servizio antidroga, invece, non si fermano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento