rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Sorpreso con revisione scaduta, si qualifica carabiniere: denunciato

Denunciati anche due automobilisti recidivi sorpresi senza patente durante un controllo dei carabinieri a Brindisi e Francavilla

Uno  è stato sorpreso alla guida della propria auto senza le cinture di sicurezza e con la carta di circolazione scaduta e si è qualificato come carabiniere forestale. Altri due erano alla guida delle rispettive auto, senza patente. Tre persone sono state denunciate a piede libero nell’ambito di tre diverse attività dei carabinieri del comando provinciale di Brindisi.

Un 52enne di San Donaci deve rispondere dei reati di oltraggio a pubblico ufficiale, usurpazione di titolo e millantato credito. Nel tardo pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di San Donaci al comando del luogotenente Franesco Lazzari, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, lo hanno fermato a bordo della sua autovettura. All’uomo sono state subito contestate le violazioni amministrative della guida senza le cinture di sicurezza, nonché dall’esame della carta di circolazione è emerso che la revisione era scaduta. 

Nel corso della sottoscrizione dei verbali di contestazione alle norme del codice della strada si è qualificato come “Carabiniere Forestale”, in tale contesto ha profferito nei confronti degli operanti frasi oltraggiose e scurrili, nonché ha ventilato “conseguenze” per i militari.

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile delle compagnie di Francavilla Fontana e Brindisi, invece, al termine degli accertamenti, hanno rispettivamente denunciato, per “reiterazione nella guida senza patente” un oritano 21enne e un brindisino 35enne: il primo già contravvenzionato per la stessa violazione nel gennaio di quest’anno è stato nuovamente sorpreso in C.so Garibaldi di Francavilla Fontana alla guida di una moto Kawasaki Z1000 senza la patente di guida; il secondo anch’egli recidivo, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura alfa romeo intestata alla madre senza la patente di guida.

Nelle due ipotesi appena descritte la guida senza patente, la cui violazione costituisce un illecito depenalizzato, assume carattere penale, configurandosi quale autonoma fattispecie di reato alla quale si applica la pena dell’arresto sino ad un anno. E’ una delle due ipotesi dell’art.116 del codice della strada che riveste carattere penale restando esclusa dalla depenalizzazione poiché è stato accertato un comportamento recidivo nel biennio. 

In tutte le ipotesi che assumono carattere penale per la reiterazione dell’illecito depenalizzato, in luogo del fermo amministrativo del veicolo trova applicazione la sanzione accessoria della confisca. La seconda ipotesi e dell’art.116 che riveste carattere penale concerne la guida senza patente o con patente negata, sospesa o revocata a persona sottoposta con provvedimento definitivo a misura di prevenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con revisione scaduta, si qualifica carabiniere: denunciato

BrindisiReport è in caricamento