rotate-mobile
Cronaca

Sorvegliato in auto, ma solo per necessità

BRINDISI - Con il furgoncino da lavoro, che solitamente guida il figlio perché la patente gliel’hanno tolta, stava andando a prendere l’acqua dalla fontana per poter preparare la cena. Vincenzo Corsano, 42 anni, è un pregiudicato. Ha scontato 4 anni su 5 della misura preventiva della sorveglianza speciale che gli sono stati prescritti.

BRINDISI - Con il furgoncino da lavoro, che solitamente guida il figlio perché la patente gliel'hanno tolta, stava andando a prendere l'acqua dalla fontana per poter preparare la cena. Vincenzo Corsano, 42 anni, è un pregiudicato. Ha scontato 4 anni su 5 della misura preventiva della sorveglianza speciale che gli sono stati prescritti: attende da prima dell'estate che gli sia rilasciata la patente per tre ore al giorno (è il massimo consentito in casi come questo) per motivi di lavoro. Ma la burocrazia, si sa, è lenta. Perfino per chi è in grado di dimostrare di aver chiuso i conti con il passato e di voler condurre una vita normale.

Corsano stamani lo ha spiegato al gip Maurizio Saso, al fianco del suo avvocato Andrea D'Agostino. Il gip ha convalidato l'arresto, ora si va verso una richiesta di patteggiamento, una volta decisa la pena, frutto dell'accordo tra la difesa e il pm Manuela Pellerino. Il 42enne ha anche specificato che da qualche tempo si sta occupando di volontariato presso una parrocchia di Brindisi. Quando lo hanno arrestato i carabinieri, ha detto e ha potuto anche dimostrare, non era giorno ma tardo pomeriggio. Poco prima dell'ora di cena. Era al volante di un mezzo furgonato che utilizza per la raccolta del ferro e per raggiungere, sempre accanto al figlio, i luoghi in cui effettua piccole riparazioni e opere di giardinaggio. Pende ora una richiesta di revoca della misura della sorveglianza speciale il cui periodo imposto è trascorso quasi del tutto: per riavere il titolo di guida, e con esso una seconda possibilità.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato in auto, ma solo per necessità

BrindisiReport è in caricamento