Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Sorvegliato speciale irreperibile da più di un mese preso dopo inseguimento

rovato dopo un mese e mezzo di irreperibilità un sorvegliato speciale che aveva fatto perdere le tracce di sé: si tratta di Pietro Guarnieri 42enne di Ostuni. Si era nascosto in una casa in contrada Musone alle porte della Città Bianca. A trovarlo gli agenti del locale commissariato di polizia

OSTUNI – Trovato dopo un mese e mezzo di irreperibilità un sorvegliato speciale che aveva fatto perdere le tracce di sé: si tratta di Pietro Guarnieri 42enne di Ostuni. Si era nascosto in una casa in contrada Musone alle porte della Città Bianca. A trovarlo gli agenti del locale commissariato di polizia dopo un'intensa attività investogativa. 

Il 42enne con provvedimento del Tribunale di Lecce, Sezione Misure di Prevenzione e Sicurezza, era stato posto dai poliziotti del foto_covo1-2Commissariato della Città Bianca alla Sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel Comune di Ostuni, con permanenza in casa dalle 20 alle 7 di tutti i giorni. Il 6 agosto scorso durante un controllo notturno presso un appartamento sito nel centro storico di Ostuni dove scontava la pena, non fu trovato in casa dalla Squadra volante del commissariato, guidata dall’ ispettore capo Cosimo Nisi. Non fu trovato nemmeno nei giorni successivi così i poliziotti cominciarono a tenere sotto controllo la sua abitazione “Attuando un'opera di investigazione camaleontica e paziente, fatta di servizi tradizionali e accertamenti di natura tecnica, gli operatori delle Volanti e della Squadra di polizia giudiziaria, diretta dall’ ispettore capo Pierino Tamborrino, riuscivano nel giro di 2 mesi, a stringere sempre di più il cerchio attorno al latitante”, si legge in una nota del commissariato.

“Decisiva si è rivelata la strategia operativa che ha mirato a tenere costantemente sotto osservazione la cerchia di parenti e persone ritenute al Guarnieri vicine e, riscontro dopo riscontro, venivano acquisiti importanti elementi che indirizzavano l'attenzione degli inquirenti ostunesi sulle contrade agricole presenti lungo la strada provinciale Ostuni-Francavilla Fontana”.

Con non poche difficoltà è stato individuato il luogo in cui il malfattore si nascondeva, ubicato in contrada Musone ed è stato organizzato un servizio di appostamento: nella tarda serata di sabato 17 settembre il 42enne è uscito dal suo nascondiglio a bordo di una mountain bike immettendosi sulla Francavilla Fontana-Ostuni ove, percorsi alcuni metri, si è fermato come se stesse aspettando qualcuno. In quel momento sono sbucati i poliziotti, il 42enne dopo aver scaraventato la bicicletta contro di essi si è dato alla fuga ma è stato raggiunto poco dopo.

Su disposizione del pubblico ministero di turno Francesco Carluccio, il sorvegliato speciale è stato arrestato per reiterate e continuate violazioni agli obblighi della Sorveglianza speciale di Pubblica Sicurezza imposti dal giudice e posto ai domiciliari. “Sono in corso di svolgimento, ulteriori approfondimenti investigativi che mirano a fare luce sulla rete di fiancheggiatori dell’arrestato che, con condotte attive e passive, ne hanno favorito l'irreperibilità per quasi 2 mesi. I servizi di controllo da parte della Polizia di Stato proseguiranno nei prossimi giorni nell’ ottica della sicurezza generale da raggiungere grazie anche, al contributo attivo dalla cittadinanza sana che anteponga la legalità a vie traverse che mirino ad eluderla”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato speciale irreperibile da più di un mese preso dopo inseguimento

BrindisiReport è in caricamento