Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Viale Aldo Moro

Sorvegliato speciale non si ferma al semaforo e finisce contro i carabinieri

In giro senza patente su un motorino, non si ferma al semaforo rosso e va a finire contro un'auto "civetta" dei carabinieri. Protagonista di questo incidente, che poi si è concluso con il suo stesso arresto, il 38enne brindisino Giovanni Barnaba, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno

In giro senza patente su uno scooter, non si ferma al semaforo rosso e va a finire contro un’auto "civetta" dei carabinieri. Protagonista di questo incidente, che poi si è concluso con il suo stesso arresto, il 38enne brindisino Giovanni Barnaba, già sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale con  obbligo di soggiorno. L'episodio si è verificato nella mattinata di ieri, mercoledì 13 maggio, all'incrocio semaforizzato di viale Aldo Moro che conduce al quartiere Bozzano: Barnaba era in compagnia della moglie e procedeva in direzione centro mentre l'auto dei carabinieri in direzione tribunale, lo scooter è andato a impattare contro lo sportello lato passeggero del veicolo militare. Sul posto è stato richiesto l'intervento degli agenti della municipale, dopo aver accertato che i due occupanti dello scooter non avevano riportato ferite. Dagli accertamenti è emerso che quel motociclista non poteva guidare perchè sottoposto alla Sorveglianza speciale.  Dopo le formalità di rito è stato arrestato per inosservanza degli obblighi imposti con la misura della Sorveglianza speciale e trasferito nel carcere di Brindisi.

I carabinieri della stazione di Pezze di Greco, invece, hanno eseguito una ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal tribunale di Urbino nei confronti di Murat Spaneshi 24enne albanese, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari per fatti di droga. Il provvedimento scaturisce da una richiesta effettuata dal personale della stazione di Pezze di Greco a seguito di reiterate violazioni degli obblighi imposti misura cautelare, tra cui due evasioni. Anche per lui si sono aperte le porte della casa circondariale di via Appia a Brindisi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorvegliato speciale non si ferma al semaforo e finisce contro i carabinieri

BrindisiReport è in caricamento