Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Anche il Consiglio di Stato sospende l'esclusione di Ecologica

Anche il Consiglio di Stato ha confermato in via cautelare la sospensione dei provvedimenti adottati dal Comune di Brindisi per porre fine alla gestione del servizio di igiene urbana da parte della Società Ecologica Pugliese. Gli ex Nubile intanto si mobilitano per martedì mattina

BRINDISI - Anche il Consiglio di Stato ha confermato in via cautelare la sospensione dei provvedimenti adottati dal Comune di Brindisi per porre fine alla gestione del servizio di igiene urbana da parte della Società Ecologica Pugliese. La decisione è stata assunta dalla quinta sezione del supremo organo di giustizia amministrativa, con ordinanza depositata venerdì scorso. Sono state nuovamente accolte le tesi degli avvocati della ditta barese, Luigi Quinto, Pietro Quinto e Vincenzo Augusto, come già davanti al tar di Lecce.

"E' stato confermato il diritto della società Ecologica Pugliese ad essere invitata alla procedura di gara indetta per l’individuazione del nuovo gestore del servizio raccolta rifiuti nel Comune di Brindisi fino al completamento della gara da parte dell’Ato. E’ quindi conseguentemente illegittimo, secondo il giudice amministrativo - commentano in una nota i legali della ricorrente -  il provvedimento di affidamento del servizio alla società pubblica Amiu Puglia, disposto sul presupposto che la precedente procedura di gara era andata deserta. Quell’esito si è verificato in quanto il Comune ha illegittimamente ritenuto di non invitare il gestore uscente".

Naturalmente toccherà al giudizio di merito stabilire se l'esclusione di Ecologica Pugliese è illegittima, ma intanto il servizio continuerà ad essere svolto dalla ditta barese in attesa appunto dell’udienza di merito fissata dal Tar Lecce per il prossimo 26 luglio 2016. Cui dovrebbe quasi certamente seguire una nuova impugnativa davanti al Consiglio di Stato da parte del Comune di Brindisi in caso di nuovo giudizio favorevole alla ricorrente, o di Ecologica Pugliese nel caso la sentenza ribalti la stessa ordinanza.

Intanto il sindacato Cobas svolgerà  martedì 19 luglio a partire dalle 9 un sit in in piazza Santa Teresa con i lavoratori ex Nubile , in concomitanza della riunione promossa dalla Provincia di Brindisi con la partecipazione di tutti i sindaci sul tema dei rifiuti. "Ben venga questa riunione dopo il nostro incontro con la sindaca di Brindisi, Angela Carluccio,avvenuto  mercoledì scorso dove abbiamo sostenuto fortemente la necessità di fare fronte comune  per  chiedere  la riapertura del tavolo in cui erano presenti tutti i soggetti interessati al problema dei rifiuti", dice Roberto Aprile del Cobas.

Lavoratori della Nubile si incatenano davanti a palazzo Nervegna 2-2-2

"Tavolo che aveva visto nei mesi scorsi discutere insieme i soggetti interessati e la magistratura allo scopo di  trovare soluzioni  possibili alla ripresa delle attività, nel rispetto delle autorità inquirenti, per trovare gli investimenti necessari a riattivare l'impianto di Cdr  e la bonifica della discarica di Autigno. Le uniche cose fino ad oggi avvenute - dice ancora polemico Aprile - sono quelle a seguito al sequestro degli impianti, i licenziamenti dei 40 lavoratori impegnati e le denunce per la  lotta a difesa del proprio posto di lavoro". .

"Siamo in attesa inoltre di una nuova convocazione della task force regionale sull'occupazione, presieduta da Leo Caroli, frutto della lotta dei lavoratori ex Nubile di questi mesi che non sono mai stati fermi. Dalle manifestazioni alla Regione a Bari a quelle improvvisate a Brindisi durante la campagna elettorale sono state tante le occasioni in cui abbiamo raccolto l’impegno della Regione ma che oggi chiediamo che venga trasformato in atti concreti. La riunione di martedì 19 luglio - conclude il leader del Cobas Brindisi - assume quindi una straordinaria importanza  sulla necessità di costruire un fronte comune per chiudere la vertenza rifiuti, per chiedere quello che è nostro alla Regione, che ha commissariato tutto senza operare nessuna scelta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il Consiglio di Stato sospende l'esclusione di Ecologica

BrindisiReport è in caricamento