menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex ospedale Di Summa, sede della facoltà di Economia a Brindisi

L'ex ospedale Di Summa, sede della facoltà di Economia a Brindisi

Esami all’università, segnalate due studentesse: sospetti sui libretti

Indagine interna alla facoltà di Economia Aziendale a Brindisi: avrebbero inserito una prova in una materia mai sostenuta, verifiche sull'accesso al sistema informatico della sede che fa capo all'Ateneo di Bari. In caso di conferme, rischiano la sospensione dal corso di studi. Disposte verifiche a campione sugli iscritti

BRINDISI – Esami del corso di laurea in Economia aziendale riportati sui libretti, ma non sostenuti. Il sospetto c’è e ha portato sotto indagine interna due studentesse universitarie iscritte a Brindisi: l’Ateneo di Bari, da cui dipende la sede staccata, ha avviato una serie di verifiche per accertare se corrisponde effettivamente al vero il contenuto di una segnalazione pervenuta alla segreteria del rettorato.

La notizia rimbalza nel capoluogo brindisino direttamente da Bari dove sono in corso una serie di verifiche al sistema di accesso informatico per la verbalizzazione degli esami con votazione annessa. Il primo quotidiano a darne notizia è stata La Repubblica, edizione locale, la stessa testata che nei giorni scorsi aveva riferito di una studentessa iscritta alla facoltà di Medicina, sospesa per un anno dal corso, perché accusata di aver manomesso il libretto elettronico.

Nel caso dell’aspirante dottoressa la condotta è finita al vaglio della Procura di Bari, su segnalazione dell’Università dopo che il Senato accademico ha contestato alla studentessa di aver alterato il risultato di 11 esami del corso. La ragazza risulta indagata assieme a un dipendente della struttura amministrativa che materialmente avrebbe inserito i voti ed è stata sospesa per un anno dalle lezioni. Entrambi professano la loro innocenza. La sanzione, stando a quanto si apprende, è stata impugnata divanzi al Tar.

Per le due studentesse iscritte al corso di laurea in Economia Aziendale, sede di Brindisi, il procedimento di verifica è in fase embrionale: non c’è alcuna informativa di reato in Procura, ci sono una serie di verifiche per capire se effettivamente i due esami oggetto della segnalazione siano o meno stati sostenuti e in caso negativo, qualora cioè non sia mai stati superati, come sia stato possibile annotarli sul libretto personale e inserirli nel “cervellone” dell’università ai fini del percorso di studi. In quest’ultimo caso, non è esclusa la complicità di un dipendente. Nel frattempo, l’Ateneo di Bari ha disposto controlli a campione sugli esami sostenuti in diversi corsi di laurea e sedi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento