menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sottopasso ferroviario: "Il degrado senza fine, fino ad oggi solo promesse"

Pavimento e scale sporche, pareti imbrattate, sudicie, sulle quali sono presenti scritte e graffiti  di ogni genere. Porta sala macchine arruginita. Pavimento ridotto ad un acquitrinio

BRINDISI - Non ne usciamo più dal degrado nel quale è stato condannato da tempo  il sottopasso ferroviario  di via Appia. E non solo quello. In molti sperano che la nuova Amministrazione possa restituirgli  il decoro, che è stato pervicacemente negato dalle Amministrazioni precedenti, gestioni Commissariali comprese.

sottopasso ferroviario brindisi5-2

Solo annunci, promesse, rassicurazioni, rispetto alle tante sollecitazioni dei cittadini, funzionali solo a prendere tempo, a tenerli buoni, piuttosto che pensare realmente di intervenire per risolvere il problema. E’ evidente, che a  loro è sempre importato poco del decoro della città, della sua vivibilità, nonostante i tanti discorsi,  le fantasie sul recupero dell’immagine e della vocazione turistica, come obiettivo primario per il suo sviluppo.

E' sufficiente farsi un giro in città per verificarne l'inconsistenza di quegli impegni. Non  credo che si possa  continuare a chiudere gli occhi e restare indifferenti,  rispetto al disagio e al senso di insicurezza che procura quella situazione ai cittadini che hanno l'avventura di attraversarlo.

sottopasso ferroviario brindisi3-2

Le caratteristiche negative sono quelle di sempre, anche se peggiorate nel tempo. Pavimento e scale sporche, pareti imbrattate, sudicie,  sulle quali sono presenti scritte e graffiti  di ogni genere. Porta sala macchine arruginita. Pavimento ridotto ad un acquitrinio,  con grandi e numerose pozzanghere di acqua, che incidono sull'equilibrio delle persone e sulla sicurezza dell'attraversamento. Sulle scale macchie diffuse e liquami di dubbia origine. Sul soffitto  delle pensiline  macchie evidenti che fanno presumere infiltrazioni di acqua , che potrebbero avere consegenze sulla tenuta dell'intonaco. 

Prevale su tutto, un pungente e sgradevole odore,  talvolta  nauseabondo, che ammorba l'aria, tanto da costringere  la gente ad attraversarlo di corsa, in apnea. E' palpabile l'incuria, il disinteresse, sistematico del sottopasso.

A nulla sono valse le numerose richieste di intervento dei cittadini alla riqualificazione dell'area, stanchi e amareggiati per questa convivenza forzata con il degrado e  per la latitanza dell'amministrazione comunale. Solo qualche sporadico intervento, puntualmente  pubblicizzato sui mass media, che non ha mai  modificato sostanzialmente la  situazione, ma forse non ne avevano l' intenzione.

sottopasso ferroviario brindisi2-2

Io credo che non sia più rinviabile la definizione di una strategia  di innalzamento della qualità urbana, del suo decoro, del suo arredo, che non può essere dettata da fatti contingenti, da momenti o episodi particolari, limitati al centro storico o ad  una  parte di esso, ma estendersi  a tutta la città fino alla periferia, che necessità di uguale attenzione e considerazione, nella  cura del suo decoro, ma principalmente nella  difesa della dignità  dei cittadini che quei luoghi li vivono tutti i giorni e che sono stufi di accettare, come sostenibile, il degrado che li sommerge. 

sottopasso ferroviario brindisi1-2

Quello che manca,  in questo come anche in altri settori, è un sistema strutturato di controlli, per la verifica di quanto accade in città.  Questa è purtroppa l'anomalia di questa città, che sulla carenza di controlli ha perso molte delle sue battaglie, dalla cura e della tutela della sua immagine, fino anche al controllo delle sue risorse, anche economiche.

Non va sottacito il fatto, non secondario che il sottopasso di via Appia , come quello di via Torpisana, continua ad essere interdetto a coloro che hanno problemi di mobilità. Ma anche l'assenza di un sistema di video sorveglianza ad entrambi i lati e non solo da una sola  parte, come accade attualmente. Sempre ammesso che sia funzionante.

sottopasso ferroviario brindisi7-2

Non credo,   che quello realizzato in questi ultimi anni  sia stato il modo giusto con cui la politica doveva  rispondere  alle giuste esigenze della popolazione. Per questo spero che la nuova Amministrazione, che ha dichiarato di volere  scrivere un'altra storia, possa  attivare, in tempi brevi, un intervento di pulizia, di disinfezione e riqualificazione del sottopassaggio, ma anche, e finalmente, strutturare un efficiente servizio di vigilanza e di controllo   della nostra città, che metta riparo alle tante, forse troppe,  inefficienze esistenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento