rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca San Vito dei Normanni

Spaccio a Bari: arrestato sanvitese

BARI - San Vito-Bari solo andata: trasferta lampo e da sballo, nel capoluogo regionale. Messo piede nell’hinterland barese, Francesco Convertino (23enne sanvitese, incensurato) avrebbe avuto giusto il tempo di prelevare dal bagagliaio della sua “Bmw serie 5” un carico di droga e di consegnarlo al compare d’affari.

BARI - San Vito-Bari solo andata: trasferta lampo e da sballo, nel capoluogo regionale. Messo piede nell'hinterland barese, Francesco Convertino (23enne sanvitese, incensurato) avrebbe avuto giusto il tempo di prelevare dal bagagliaio della sua "Bmw serie 5" un carico di droga e di consegnarlo al compare d'affari.

Qualche istante dopo era già in manette. I militari della stazione dei carabinieri di Casamassima lo hanno bloccato dopo aver immortalato la scena galeotta, ossia lo scambio del pacco ingombrante: un chilo di marijuana, consegnato a domicilio nelle mani del pregiudicato barese Francesco Mazzei (25 anni, residente a Casamassima, già noto alle forze dell'ordine).

Entrambi, alla fine, sono stati tratti in arresto, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due presunti pusher sono stati bloccati attorno alla mezzanotte, durante una operazione di controllo lungo una strada interpoderale alla periferia di Casamassima.

Ai militari, impegnati in un servizio di perlustrazione del territorio, non è sfuggita la presenza sospetta delle due auto, entrambe in sosta sul ciglio stradale. Così hanno osservato la dinamica che si è sviluppata attorno alla "Bmw" di Convertino e alla "Fiat Uno" di Mazzei. I due giovani, dopo un breve colloquio, si sarebbero passati di mano in mano un pacco, per poi salutarsi in fretta. Il passaggio del vistoso involucro ha insospettito i militari, che a quel punto hanno ritenuto di bloccare e controllare entrambi.

E così è sbucata la droga. Il 25enne, infatti è stato trovato in possesso dell'involucro appena ricevuto, contenente un chilo di marijuana. Accompagnati dapprima in caserma e quindi tratti in arresto, i due giovani sono stati poi associati al carcere di Bari, su disposizione della Procura della Repubblica del capoluogo pugliese, mentre la droga è stata sottoposta a sequestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio a Bari: arrestato sanvitese

BrindisiReport è in caricamento