menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sulla superstrada a folle velocità: trasportava 15 chili di hascisc

Arrestato un 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La droga era nascosta nel vano della ruota di scorta 

BRINDISI – Viaggiava con 15 chili di hashish suddivisi in panetti nascosti nel vano della ruota di scorta. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il 27enne di Cerignola Luigi Direda, è stato fermato dai carabinieri sulla strada statale 379 (la Bari-Brindisi) all’altezza del quartiere Sant’Elia.DIREDA Luigi classe 1992-2

A segnalare la sua presenza sulla superstrada e a richiedere l’intervento dei carabinieri, alcuni automobilisti preoccupati dalla velocità con cui il giovane, che viaggiava a bordo di una Fiat Bravo, stava percorrendo la superstrada. Correva troppo e guidava in modo spericolato nonostante la pioggia battente, mettendo a rischio l’incolumità degli altri automobilisti.

Numerose le segnalazioni alla sala operativa del 112. Alcune pattuglie dei carabinieri si sono recate sul posto riuscendo a fermare l’auto segnalata allo svincolo per il quartiere Sant’Elia di Brindisi. Il giovane alla guida ha subito mostrato segni di nervosismo così  i militari hanno deciso di eseguire un controllo più approfondito:

Nel portabagagli e precisamente occultato nell’alloggiamento della ruota di scorta, c’era un borsone da calcio con all’interno 15 panetti di hascisc per un peso complessivo di 15,215 chilogrammi. Dichiarato in stato di arresto, Direda è stato trasferito nel carcere di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Attualità

    Presentato "Take It Slow", il turismo che unisce esperienze e comunità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento