rotate-mobile
Cronaca

Spaccio di cocaina: blitz dei carabinieri all'alba, quattro arresti

Sette indagati (di cui 4 in carcere), ricostruiti circa 400 episodi di spaccio fra i Comuni di Torre Santa Susanna, San Pancrazio Salentino ed Erchie

Un’abitazione nelle campagne di Torre Santa Susanna era il fulcro di una rete di presunti spacciatori che operava fra i Comuni di Torre, San Pancrazio Salentino ed Erchie, scoperta dai carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino. Quattro persone sono state condotte in carcere all’alba di oggi (giovedì 11 novembre) in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Brindisi, su richiesta della locale Procura. Si tratta Vito Piccione, 47 anni, di San Pancrazio Salentino; Vito Arnesano, 38 anni, residente a San Pancrazio Salentino e domiciliato a Nardò (Lecce); Vincenzo Ianni (40 anni, di San Pancrazio Salentino); Massimiliano Barbarello, 31 anni, di Torre Santa Susanna. 

Una 44enne di San Pancrazio Salentino è sottoposta a obbligo di dimora nel Comune di residenza. Un 47enne di San Pancrazio e un 23enne di San Pancrazi sono sottoposti a obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I sette indagati risiedono fra i Comuni di San Pancrazio Salentino, Torre Santa Susanna e Nardò. Sono accusati del reato di detenzione e spaccio di cocaina. Altre tre persone sono indagate a piede libero.

Le indagini sono state avviate il 27 febbraio 2020 quando i militari della stazione di San Pancrazio Salentino hanno arrestato, in flagranza di reato, Vito Piccione, perché trovato in possesso di 45 grammi di cocaina suddivisa in 76 dosi. Le consequenziali indagini, tradizionali e tecniche, hanno consentito di ricostruire il flusso dello stupefacente dal comune di Torre Santa Susanna a quello di San Pancrazio Salentino e Erchie. In particolare, una abitazione rurale nel comune di Torre Santa Susanna è stata ritenuta dagli investigatori il centro per la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Da qui veniva rifornito uno degli spacciatori che a sua volta approvigionava altri soggetti nei vari comuni. 

La disarticolazione di questo traffico illecito ha comportato il sequestro di diverse centinaia di grammi di cocaina purissima. Inoltre sono stati ricostruiti, anche mediante l’ausilio di appositi impianti di videosorveglianza, più di 400 episodi di cessione di stupefacente, tra vendita al dettaglio, cessione intermedia e cessione di ingenti quantità nonché sono stati sequestrati circa 8.600 euro e arrestate in flagranza di reato, in momenti diversi nel corso dello svolgimento dell’indagine, quattro indagati.

Articolo aggiornato alle ore 11:35 (i nomi delle persone arrestate)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di cocaina: blitz dei carabinieri all'alba, quattro arresti

BrindisiReport è in caricamento