Cronaca

Sorpreso con 120 grammi di coca: condannato a un anno e 2 mesi

Il brindisino Damiano Licciulli giudicato con rito abbreviato. La richiesta del pm era stara pari a due anni e otto mesi

BRINDISI – Nascondeva in casa 120 grammi di cocaina, da cui si sarebbero potute ricavare circa 105 dosi. Il brindisino Damiano Licciulli, 37 anni, difeso dall’avvocato Mauro Durante, è stato condannato a un anno e due mesi di reclusione al termine di un processo celebrato con rito abbreviato. L’uomo fu arrestato la sera del 18 dicembre 2020 dalla squadra Mobile di Brindisi e dai carabinieri del Nucleo investigativo del locale comando provinciale, a seguito di una perquisizione presso la sua abitazione in piazza Raffaello, al rione Sant’Elia. 

Le forze dell’ordine trovarono 20 involucri di cellophane contenenti circa 5 grammi di cocaina l’uno e altri due involucri contenenti circa 10 grammi l’uno della stessa sostanza stupefacente, oltre a 13 grammi di sostanza da taglio e materiale utile per il confezionamento. Dopo due giorni in carcere, il gip, su istanza del legale, gli concesse i domiciliari. 

Il giudice accolse inoltre la richiesta di giudizio abbreviato formulata dall’avvocato, conferendo contestualmente incarico ad un perito per accertare natura della sostanza e numero di dosi ricavabili. Dalla perizia è risultato un peso netto di più di 120 grammi e un numero di dosi ricavabili pari a 105. A Licciulli era stato contestato l’articolo 73 comma 1 del Testo unico stupefacenti. Il pm nel corso dell’udienza che si è svolta venerdì (5 marzo) ha chiesto la condanna a due anni e otto mesi di reclusione. L’avvocato Durante ha chiesto che il fatto fosse riqualificato nell’ipotesi di cui al quinto comma dell’articolo 73 del Testo unico stupefacenti. Così è stato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso con 120 grammi di coca: condannato a un anno e 2 mesi

BrindisiReport è in caricamento