rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Spaccio di cocaina a Villa Castelli, resta in carcere Siliberto

BRINDISI – Resta in carcere Benedetto Siliberto, 47 anni, di Villa Castelli, arrestato l’altro giorno per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giudice per le indagini preliminari Paola Liace ha convalidato il suo arresto emettendo il provvedimento di custodia cautelare in carcere. Il difensore dell’indagato, avvocato Aldo Gianfreda aveva chiesto al giudice quanto meno la concessione degli arresti domiciliari.

BRINDISI - Resta in carcere Benedetto Siliberto, 47 anni, di Villa Castelli, arrestato l'altro giorno per detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il giudice per le indagini preliminari Paola Liace ha convalidato il suo arresto emettendo il provvedimento di custodia cautelare in carcere. Il difensore dell'indagato, avvocato Aldo Gianfreda aveva chiesto al giudice quanto meno la concessione degli arresti domiciliari.

Impresa ardua perché Siliberto, sebbene abbia un solo precedente, è stato trovato in possesso di undici grammi di cocaina suddivisa in dosi e di 3.211 euro, denaro ritenuto provento della vendita della sostanza stupefacente. Inoltre Siliberto risponde anche di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Quando i carabinieri andarono a perquisire la sua abitazione, l'uomo, secondo l'accusa, avrebbe inscenato una gazzarra nel tentativo di disfarsi della cocaina gettandola nel water. I carabinieri intervennero per impedirgli di disfarsi della cocaina e il sospetto si scagliò contro di essi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di cocaina a Villa Castelli, resta in carcere Siliberto

BrindisiReport è in caricamento