rotate-mobile
Cronaca

Spaccio di hashish: 19enne nei guai

CEGLIE MESSAPICA - I militari della stazione dei carabinieri di Ceglie Messapica, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati concernenti l'uso e lo spaccio della droga, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un diciannovenne del posto: Giorgio Martinelli. Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l’accusa nei suoi confronti.

CEGLIE MESSAPICA - I militari della stazione dei carabinieri di Ceglie Messapica, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati concernenti l'uso e lo spaccio della droga, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un diciannovenne del posto: Giorgio Martinelli. Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, l'accusa nei suoi confronti.

I militari, infatti, durante una perquisizione domiciliare eseguita nel primo pomeriggio di oggi e scaturita a seguito dei servizi di osservazione organizzati dagli instigatori, lo hanno trovato in possesso di 165 grammi di "hashish". Il giovane è stato quindi associato presso la Casa Circondariale di Brindisi, a disposizione del magistrato di turno.

Sempre nella giornata odierna, i militari di Torre Santa Susanna, hanno tratto in arresto, in esecuzione all'ordine di esecuzione della pena emesso dalla Corte di Appello di Lecce, Iulian Sandu (39enne, di origini romene). L'uomo, infatti, deve espiare la pena di un anno e 6 mesi di reclusione per furto aggravato. Nell'aprile scorso, durante un controllo, risultò gravato da un mandato di cattura internazionale risalente al 2007 per alcuni furti aggravati commessi ai danni delle ferrovie romene nel 2006.

Dopo una prima detenzione fu scarcerato in attesa della sentenza della Corte d'appello di Lecce, che nella giornata di ieri ha riaperto le porte del carcere per il trentanovenne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di hashish: 19enne nei guai

BrindisiReport è in caricamento