menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il commissariato di Ostuni

Il commissariato di Ostuni

Spaccio e sballo all’ombra della Villa comunale: tre minori nei guai

OSTUNI - Beccato a spacciare hashish sotto le stelle si da alla fuga con la complicità di un amico, poi finisce nella rete della polizia. Per il giovane venditore di fumo sono scattate le manette. Insieme a lui sono finiti nei guai sia il compagno che gli ha offerto copertura (denunciato per favoreggiamento) sia il coetaneo al quale aveva ceduto la droga. Protagonisti di una serata da sballo, tre minori del posto. Tutti adolescenti eppure già invischiati in precedenti grane proprio in virtù di questa eccessiva confidenza con le “canne”. Recuperata e posta sottosequestro la sostanza stupefacente oggetto della compravendita proibita.

OSTUNI - Beccato a spacciare hashish sotto le stelle si da alla fuga con la complicità di un amico, poi finisce nella rete della polizia. Per il giovane venditore di fumo sono scattate le manette. Insieme a lui sono finiti nei guai sia il compagno che gli ha offerto copertura (denunciato per favoreggiamento) sia il coetaneo al quale aveva ceduto la droga. Protagonisti di una serata da sballo, tre minori del posto. Tutti adolescenti eppure già invischiati in precedenti grane proprio in virtù di questa eccessiva confidenza con le "canne". Recuperata e posta sottosequestro la sostanza stupefacente oggetto della compravendita proibita.

Al termine dell'operazione di servizio, frutto di una specifica attività di appostamento e pedinamento predisposta dal Dirigente Francesco Angiuli e finalizzata a fronteggiare il fenomeno legato alla diffusione delle droghe, gli agenti del Commissariato di polizia di Ostuni hanno così tratto in arresto A. D. G. (classe 1993, di Ostuni, con precedenti di polizia) perché ritenuto responsabile di spaccio di hashish e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il giovane è stato associato all'Istituto Penale di Rieducazione Minorile di Monteroni, a disposizione del pubblico ministero presso la Procura della Repubblica del Tribunale per i Minorenni di Lecce, Imerio Tramis.

I poliziotti sono intervenuti martedì scorso, attorno alle 19, all'interno della Villa comunale, ritrovo della giovane e spavalda comitiva.

Il 17enne è stato colto in flagranza di reato: gli agenti hanno fatto irruzione nel polmone verde della Città bianca proprio mentre il ragazzo stava cedendo alcuni grammi (circa 5) di hashish ad un altro minore, L. B. (classe 1995, di origini Jugoslave, ormai residente in Ostuni presso una casa-famiglia).

Il giovane spacciatore A. D. G., per nulla intimidito dalla presenza dei poliziotti, piuttosto che arrendersi avrebbe inscenato una fuga, dandosela a gambe dopo aver violentemente spintonato alcuni poliziotti intervenuti nel tentativo di bloccarlo. In suo appoggio sarebbe accorso anche un amico, D. S. (pure lui diciassettenne), che non avrebbe esitato a farlo salire in sella alla sua moto (una Vespa 125). Ne sarebbe scaturito un rocambolesco inseguimento al termine del quale l'adolescenziale spacciatore, senza mai essere stato perso di vista dagli Agenti, veniva definitivamente bloccato e tratto in arresto, dopo l'estremo tentativo di trovare riparo e ricovero all'interno dell'abitazione di una zia, sita poco distante dalla villa comunale. Poco dopo è stato bloccato anche il suo amico, denunciato, in stato di libertà, perché ritenuto responsabile di favoreggiamento personale. Nell'ambito dell'attività di polizia, è stata rinvenuta e sequestrata la sostanza stupefacente ceduta da A. D. G. a B. L. che, dopo averla ricevuta, l'aveva occultata all'interno di una scarpa. Quest'ultimo, ascoltato dagli inquirenti, ha confermato di aver acquistato la droga dal giovanissimo spacciatore. A carico di A. D. G. (assistito dal'avvocato Francesco Sozzi), a seguito di perquisizione personale, è stata sequestrata la somma di 185 euro, ritenuta provento dell'attività di spaccio. Oltre alla droga posti sottosequestro anche tre telefonini cellulari, un coltello recante residui di sostanza resinosa (verosimilmente hashish), la vespa utilizzata per favorire la fuga del minore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento