rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Spaccio: manette per due brindisini

VENEZIA – Un etto e mezzo di cocaina in tasca. A casa l’erba. E così per due brindisini (di 33 e 43 anni, entrambi residenti a Mestre) sono scattate le manette all’ombra della Laguna. Entrambi sono stati colti in flagranza dagli agenti della Questura di Venezia, durante un’attività di controllo del territorio.

VENEZIA - Un etto e mezzo di cocaina in tasca. A casa l'erba. E così per due brindisini (di 33 e 43 anni, entrambi residenti a Mestre) sono scattate le manette all'ombra della Laguna. Entrambi sono stati colti in flagranza dagli agenti della Questura di Venezia, durante un'attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto dello spaccio.

Ad insospettire i poliziotti sarebbe stato per primo il 33enne, appostato in un angolo di via Ciardi, nel centro di Mestre.

Bloccato e identificato dagli agenti, il giovane a seguito di perquisizione è stato trovato in possesso di due involucri contenenti sostanza stupefacente (presumibilmente cocaina): uno di circa 21 grammi e l'altro di oltre 100 grammi. Mentre gli agenti erano ancora impegnati a completare l'accertamento a carico del giovane, nei paraggi si è avvicinato anche il suo coinquilino: un quarantatreenne, anche lui brindisino, spiazzato dalla presenza dei poliziotti e sottoposto a sua volta a controllo. Nelle tasche del suo giubbotto gli agenti hanno trovato un coltello serramanico e altri 6 grammi circa di cocaina.

A quel punto gli accertamenti da parte del personale della Questura si sono spostati presso l'abitazione dei due brindisini, poco distante dal punto utilizzato per lo spaccio. Al termine dell'attività di perquisizione, gli agenti hanno trovato - all'interno del bagno, nella tasca di un accappatoio - una busta in plastica con altra sostanza stupefacente, stavolta Marijuana.

L'intera operazione ha dunque portato al sequestro di circa 130 grammi di cocaina e quasi 90 grammi di marijuana. Tale sostanza, sostengono gli inquirenti, era destinata allo spaccio al dettaglio nelle zone della terraferma veneziana e la vicina provincia trevigiana. Al termine dell'attività di Polizia Giudiziaria i due brindisini sono stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio: manette per due brindisini

BrindisiReport è in caricamento