rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Ostuni

Spaccio nel parcheggio della movida

OSTUNI – Spaccio sotto le stelle nel parcheggio a valle della Città bianca. L’irruzione della polizia spezza il passaggio di consegna della droga. Così ai polsi di un ventiquattrenne ostunese, Davide Scorsone (incensurato) sono scattatte le manette. Il giovane è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione, ai fini dello spaccio, di sostanze stupefacenti.

OSTUNI - Spaccio sotto le stelle nel parcheggio della moivida, a valle della Città bianca. L'irruzione della polizia spezza il passaggio di consegna della droga. Così ai polsi di un ventiquattrenne ostunese, Davide Scorsone (incensurato) sono scattatte le manette. Il giovane è finito agli arresti domiciliari con l'accusa di detenzione, ai fini dello spaccio, di sostanze stupefacenti.

Il blitz degli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza della Città bianca è scattato nella tarda serata di ieri.

Attorno alle 23 i poliziotti hanno fatto irruzione nell'area parcheggio di via Pinto, a valle del Centro storico di Ostuni, dopo aver scorto uno scambio sospetto tra due giovani. Scorsone sarebbe stato bloccato proprio mentre era impegnato a consegnare ad un coetaneo la droga e ad incassare contestualmente il ricavato della compravendita: dalle mani dello spacciatore i poliziotti prelevato circa 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo mariyuana, suddivisa in dosi: confezioni di vario genere, talune di maggiori dimensioni, probabilmente perché non ulteriormente ripartite dallo spacciatore, altre, più piccole, pronte per essere illegalmente vendute sulla piazza della movida.

Nel corso dell'operazione antidroga, grazie alla quale si ritiene di aver posto fine ad un autentico punto-vendita cui giovani tossicodipendenti facevano riferimento per i loro approvvigionamenti, oltre la droga anzidetta, è stata sottoposto a sequestro anche il denaro trovato in possesso dell'arrestato, pari a circa 400 euro, considerato provento dell'illecita attività di spaccio.

Le indagini, coordinate dal vice questore Francesco Angiuli, dirigente del Commissariato di Ostuni, erano state avviate da alcuni giorni, poiché in questi ultimi tempi era giunta notizia che nell'ambito del parcheggio pubblico sito in via Giosuè Pinto (dove solitamente stazionano auto e pullman di turisti e caravan-roulotte), aveva preso piede una significativa attività di spaccio di sostanze stupefacenti attuata da diversi personaggi locali. E le attenzioni degli agenti s'erano concentrate proprio su Scorsone.

Mentre erano in corso i servizi di osservazione (nell'ambito dei quali sono stati avvistati numerosi acquirenti, per lo più giovanissimi, ma anche "gente bene", oltre a soggetti notoriamente orbitanti nel giro dello smercio di droga), i poliziotti hanno potuto verificare non solo la veridicità delle segnalazioni, ma anche immortalare le varie fasi dello spaccio perpetrato da Scorsone. Il ventiquattrenne, dopo aver venduto le dosi in suo possesso, era solito allontanarsi a bordo della sua autovettura (Suzuki "Swift"), occultando abilmente il danaro ricevuto dagli assuntori sotto le alette parasole.

Il giovane è stato bloccato dopo aver perpetrato l'ennesima cessione proibita. Gli agenti lo hanno intercettato mentre si stava frettolosamente allontanando dall'area parcheggio. L'autovettura è stata sottoposta a sequestro amministrativo perché condotta in difetto della regolamentare copertura assicurativa. Al suo interno i poliziotti avrebbero riscontrato tracce di marijuana (sfusa).

Sono state eseguite numerose perquisizioni personali e locali, con sequestro, anche di telefoni cellulari, numerose SIM CARD ed altro materiale ritenuto utile a fini della prosecuzione delle indagini.

Il sostituto procuratore di torno, Pierpaolo Montinaro, ne ha disposto l'arrestato, disponendo che lo stesso fosse contestualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari. Le indagini proseguono al fine di far luce su altri aspetti della vicenda, nonché per verificare la consistenza di ipotizzate responsabilità di altri giovani del posto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nel parcheggio della movida

BrindisiReport è in caricamento