menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio, vandalismo e schiamazzi: parco Cesare Braico chiuso di notte

Polomone verde chiuso dalle 00.00 alle 6 durante la vigenza dell’ora legale e dalle 22,00 alle ore 6,00 durante la vigenza dell'ora solare. Ordinanza emessa dal Comune a seguito di una nota dei carabinieri di Brindisi

BRINDISI – Luogo di incontro di spacciatori, tossicodipendenti e vandali. Questo è diventato il parco Cesare Braico nelle ore notturne. E per questo motivo il Comune di Brindisi ha disposto la chiusura del polmone verde situato in via Appia da mezzanotte alle ore 6 con conseguente apertura al pubblico dalle ore 6,00 alle ore 24,00, durante la vigenza dell’ora legale, e dalle ore 22,00 alle ore 6,00 del giorno successivo, con conseguente apertura al pubblico dalle ore 6,00 alle ore 22,00, durante la vigenza dell’ora solare.

Controlli antidroga parco Cesare Braico, ALberghiero-2

La nota dei carabinieri

Tale provvedimento, pubblicato stamani (venerdì 18 gennaio) sull’albo pretorio, scaturisce anche da una nota della compagnia dei carabinieri di Brindisi. In occasione di numerosi controlli di polizia, infatti, i militari hanno accertato “la presenza di giovani in orario serale - notturno nelle aree destinate ai giochi, utilizzando impropriamente le dotazioni con urla e schiamazzi”. Ciò “determina il disturbo del riposo e delle occupazioni dei residenti nelle aree limitrofe al Parco”. Ma quel che più preoccupa è che il parco è diventato “nel tempo – si legge ancora nella nota dell’Arma - anche luogo di ritrovo e di riferimento per persone pericolose orbitanti nell’ambiente dello spaccio e del consumo di stupefacenti e psicotrope, con gravi e ricorrenti ripercussioni, oltre che per l’ordine e la sicurezza pubblica, anche e soprattutto per la salute e la incolumità dei giovani frequentatori e dei cittadini in generale”.

Un operatore della Multiservizi al lavoro nella palazzina del parco Cesare BRaico-2

Ondata di danneggiamenti e atti vandalici

Il parco, di proprietà dell’Asl, è stato concesso in comodato d’uso gratuito al Comune di Brindisi per 30 anni. La struttura è protetta da vincolo ope legis in quanto bene di interesse storico con più di 50 anni. Accessibile tutti i giorni, è dotato di attrezzature per l’utilizzo ludico sportive che lo rendono una meta molto frequentata sia di inverno che di estate. Al suo interno si trovano anche l’istituto alberghiero Sandro Pertini e un vecchio rudere di cui da tempo si chiede la demolizione. 

Il parco, purtroppo, ha subito una miriade di danneggiamenti e atti di vandalismo perpetrati da ignoti soprattutto negli orari notturni. Per questo, alla luce anche della segnalazione dei carabinieri, l’amministrazione comunale ha finalmente deciso di adottare orari di apertura e di chiusura dell’area.

Il ruolo della Multiservizi

“La società Brindisi Multiservizi – si legge nell’ordinanza - incaricata dei servizi di custodia, in occasione di eventi e necessità non previsti e in situazioni di emergenza, comunque al di fuori degli orari sopra indicati, è tenuta a garantire la disponibilità di personale per l’apertura e la chiusura del Parco”.

Ramo spezzato al parco Cesare Braico-2

Il preside dell’alberghiero “in occasione di programmati eventi ed esigenze che dovessero determinarsi nell’esercizio delle proprie attività d’istituto, oltre gli orari di chiusura previsti nel presente atto, avrà cura di comunicare con ragionevole preavviso alla
Brindisi Multiservizi, alla polizia locale ed al settore Lavori pubblici le proprie necessità, affinché sia garantito comunque l’accesso limitatamente all’Istituto e, allo stesso tempo, non si consenta l’accesso di pubblico all’interno del parco con la predisposizione di apposito servizio di custodia della stessa Multiservizi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento