rotate-mobile
Cronaca

Sparatoria nel mercatino: si indaga tra le amicizie di Greco

OSTUNI - Indagini a tutto campo da parte della polizia per fare luce sul ferimento di Simone Greco: il ventitreenne commerciante ambulante ostunese aggredito mercoledì scorso a colpi di pistola, mentre era impegnato a caricare su un furgoncino alcune cassette di frutta e verdura. Il giovane, attinto alla gamba destra e alla spalla da due proiettili, si trova tuttora ricoverato presso il reparto di Ortopedia dell'ospedale di Ostuni, dove, nel primissimo pomeriggio di ieri, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico da parte dell'equipe del reparto di Ortopedia: un intervento d'urgenza per sanare chirurgicamente le ferite all'omero destro e alla coscia destra.

OSTUNI - Indagini a tutto campo da parte della polizia per fare luce sul ferimento di Simone Greco: il ventitreenne commerciante ambulante ostunese aggredito mercoledì scorso a colpi di pistola, mentre era impegnato a caricare su un furgoncino alcune cassette di frutta e verdura. Il giovane, attinto alla gamba destra e alla spalla da due proiettili, si trova tuttora ricoverato presso il reparto di Ortopedia dell'ospedale di Ostuni, dove, nel primissimo pomeriggio di ieri, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico da parte dell'equipe del reparto di Ortopedia: un intervento d'urgenza per sanare chirurgicamente le ferite all'omero destro e alla coscia destra.

Operazione eseguita senza intoppi. Le condizioni di Greco non destano eccessive preoccupazioni: ne avrà per quaranta giorni. Tanto recita il referto medico. Il giovane sta meglio e nella giornata di oggi è stato nuovamente ascoltato dagli investigatori, ai quali avrebbe confermato la dinamica dell'agguato subito. Dichiarazione, le sue, che combacerebbero con quelle rese anche da alcuni testimoni. Sulla ricostruzione dell'agguato, dunque, pochi dubbi.

A sparare tra la folla del mercatino, in Largo Vittorio Emanuele Orlando, poco dopo le 13 dell'altro ieri, sarebbe stato un giovane, col il volto coperto da un casco integrale, comparso all'improvviso alle spalle di Greco. All'improvviso l'attentatore avrebbe estratto una pistola, calibro 7.65, puntandola contro il ventitreenne. Per tre volte avrebbe premuto il grilletto, facendo fuoco, per poi darsi alla fuga: iniziata a piedi e poi proseguita, con ogni probabilità in sella a una motocicletta.

Non pochi gli interrogativi che dalle primissime ore del pomeriggio di mercoledì animano l'azione investigativa, volta a fare piena luce sul ferimento di Greco. Non vi è alcuna certezza su quali fossero le reali intenzioni di chi ha sparato. Potrebbe aver agito d'impulso, spinto dalla foga, oppure aver premeditato con freddezza la missione punitiva. Il colpo sparato all'altezza della spalla lascia aperto il campo a molte ipotesi, circa la volontà e gli obiettivi del cecchino.

Le indagini - coordinate dal dirigente del Commissariato di Pubblica sicurezza di Ostuni, Francesco Angiuli - proseguono a tutto campo per fare luce sulla misteriosa sparatoria e giungere all'individuazione del pistolero, che al momento resta anonimo. Gli inquirenti stanno scandagliando amicizie e conoscenze del ventitreenne, per stanare l'aggressore e scoprire il movente che lo avrebbe animato.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria nel mercatino: si indaga tra le amicizie di Greco

BrindisiReport è in caricamento