rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Via Giacomo Matteotti

Spari al culmine di una lite con un ristoratore: arrestato

Accesa lite nella tarda serata di sabato all'esterno di un ristorante situato in via Matteotti. Arrestata dai carabinieri una persona del posto che impugnava una pistola caricata a salve, recuperati alcuni bossoli

CAROVIGNO – Al culmine della lite, è sato esploso un colpo di arma da fuoco. Ma fortunatamente era caricata a salve la pistola impugnata da una persona residente a Carovigno che nella tarda serata di ieri (21 ottobre) ha avuto un acceso alterco con il titolare di un ristorante situato in via Matteotti, sempre a Carovigno.

Si tratta del 23enne Mirco Scatigna, già sottoposto all’obbligo di dimora. L’uomo, dopo essere entrato all’interno del ristorante, avrebbe Mirco Scatigna-2ingaggiato una vera e propria colluttazione con l’esercente per futili motivi. Dopo aver esploso il colpo, si è dato alla fuga 

Rintracciato all’interno della sua abitazione, Scatigna si è scagliato contro i carabinieri della locale stazione nel vano tentativo di opporsi all’arresto. Nel corso del sopralluogo si è accertato, grazie al rinvenimento di un bossolo compatibile, che l’arma usata, di cui si è riuscito a disfare, era “a salve”. 

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato condotto in caserma e, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia, con le accuse di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, porto di armi atti ad offendere e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari al culmine di una lite con un ristoratore: arrestato

BrindisiReport è in caricamento