rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

"Spariti i sacchetti per la differenziata"

BRINDISI – “Perché è stata sospesa la distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata?” .

BRINDISI - "Perché è stata sospesa la distribuzione dei sacchetti per la raccolta differenziata?" Se lo chiedono il consigliere comunale Cosimo D'Angelo, Noi centro, e l'avvocato Gianluca Serra, comune cittadino. Il primo, attraverso un'interpellanza consiliare indirizzata al sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, al presidente del consiglio comunale, Luciano Loiacono, e al segretario generale, Paola Giacovazzo. Il secondo, tramite una segnalazione giunta in redazione.

Stando a quanto asserito da D'Angelo, l'unico dispenser di sacchetti ancora attivo, anche se a giorni alterni, è quello situato nei pressi del mercato ortofrutticolo di via Santa Maria Ausiliatrice, al rione Commenda. Il consigliere comunale chiede dunque le ragioni per le quali la Monteco, società che gestisce il servizio di igiene urbana per conto del Comune di Brindisi, trascuri "ormai da tempo" gli altri punti di distribuzione dei sacchetti.

"Appare evidente - scrive D'Angelo - come, soprattutto nel quartiere centro, che ha una maggiore percentuale di residenti anziani e spesso neanche autosufficienti, sia impedito materialmente l'approvvigionamento dei sacchetti". Una beffa, insomma, se si considera, sempre a detta di D'Angelo, che "i cittadini sono costretti a corrispondere un aumentato costo della tassa relativa, dovendosi pure dotare, acquistandoli in proprio, dei sacchetti".

Ma oltre ai sacchetti dei rifiuti, pare scarseggino anche quelli per la raccolta delle deiezioni canine, messi a disposizione della cittadinanza attraverso 20 dispenser sparsi per le vie del capoluogo. Anche questi, però, "sono mesi - scrive ancora D'Angelo - che risultano essere completamente sforniti".

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Spariti i sacchetti per la differenziata"

BrindisiReport è in caricamento