rotate-mobile
Cronaca

Speciale/ Attentato all'Ipsss Morvillo-Falcone di Brindisi

Brindisi, dalla Chiesa dello Spirito Santo 19 maggio 2012, ore 16. La scuola colpita reagisce riprendendo con convinzione la propria attività. Lo decide il collegio dei docenti riunito fuori sede, ma solo per un giorno: quello del sangue e dell’orrore. Da domani si ricomincia tra le mura di sempre. “I docenti e tutto il personale scolastico dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali Francesca Laura Morvillo Falcone di Brindisi, riuniti in un collegio straordinario, esprimono il loro totale sgomento e rabbia per il gravissimo attentato che ha colpito il loro Istituto. Rilevano l’infamia di un gesto follemente omicida, che ha scelto deliberatamente come obiettivi sia gli studenti dell’IPSSS che la sua intera comunità e che li ha privati della vita della studentessa Melissa Bassi, “colpevole” solo di recarsi a scuola e compiere il suo dovere”.

Brindisi, dalla Chiesa dello Spirito Santo 19 maggio 2012, ore 16. La scuola colpita reagisce riprendendo con convinzione la propria attività. Lo decide il collegio dei docenti riunito fuori sede, ma solo per un giorno: quello del sangue e dell'orrore. Da domani si ricomincia tra le mura di sempre. "I docenti e tutto il personale scolastico dell'Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali Francesca Laura Morvillo Falcone di Brindisi, riuniti in un collegio straordinario, esprimono il loro totale sgomento e rabbia per il gravissimo attentato che ha colpito il loro Istituto. Rilevano l'infamia di un gesto follemente omicida, che ha scelto deliberatamente come obiettivi sia gli studenti dell'IPSSS che la sua intera comunità e che li ha privati della vita della studentessa Melissa Bassi, "colpevole" solo di recarsi a scuola e compiere il suo dovere". "L'intera comunità scolastica è vicina al dolore che ha colpito la famiglia della giovane vittima e a quelle delle famiglie che sono ancora in ansia per la sorte delle proprie figlie. Tutto il personale conferma ulteriormente il proprio impegno educativo e formativo e ancor più intende potenziarlo e quantunque sconvolta non si dichiara abbattuta, già dichiarando che sin da lunedì 21 maggio intende ritornare al lavoro scolastico, tra i suoi alunni, a riannodare i fili della speranza nel riscatto che viene dalla scuola, che mai nessuna follia omicida potrà recidere". "Esprime immensa gratitudine a tutti i cittadini, agli studenti, agli organi d'informazione, al personale sanitario, ai volontari, alle forze dell'ordine, alla magistratura e a tutte le Istituzioni che in questo momento si sono stretti attorno in modo profondo e concreto. Questa forte solidarietà dà speranza e forza nel riprendere il cammino di educazione che è recupero, riscatto, promozione e professionalizzazione. In questa alleanza si confida anche nel ripristino dell'alto valore dei diplomi rilasciati da questa scuola così tantissimo considerata e sostenuta egregiamente in questi giorni di immenso dolore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speciale/ Attentato all'Ipsss Morvillo-Falcone di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento